SPAL: Semplici non vuole cali di tensione

Dopo la vittoria sulla Juve, il tecnico teme il rischio appagamento

Per la Spal, che si presenta a Empoli, con sei punti di vantaggio proprio sulla formazione di Andreazzoli, oggi al terz’uiltimo posto, si profila un vero e proprio match-ball per chiudere in largo anticipo la pratica salvezza “Partita importante, con squadra di valore- esordisce Semplici alla vigilia della trasferta nella città dove ha iniziato la sua carriera calcistica, da giocatore, allenato nelle giovanili da Nando Donati. Ex come Simic, Valdifiori, Regini e Fulignati-. Avversario di valore, per loro sarà la partita della vita. Squadra che nell’organizzazione di gioco ha il suo punto di forza. Dovremo essere bravi a limitare il palleggio dei portatori di palla toscani e riservare un’attenzione particolare a Caputo. Gara che si deciderà sulle sfumature”. -Dopo la Juventus l’Empoli… – “E’ una partita che temo molto, sotto l’aspetto mentale -ha evidenziato l’allenatore della Spal- si può correre il rischio, dopo la vittoria vittoria sulla Juventus, di pensare sia diventato, tutto facile. Anche inconsciamente ci si potrebbe ritrovare appagati, mi sono in merito molto raccomandato con i ragazzi in questi giorni”. -Potrebbe essere la partita decisiva, oppure quella che aprirebbe ancora qualche interrogativo, nel corso di un girone di ritorno, in cui, ancora una volta la squadra allenata da Semplici ha cambiato marcia- “Non è certo il momento di fare i conti, vedremo a fine partita, come sarà il caso affrontare le ultime cinque gare. L’importante -ha puntualizzato Semplici- è vedere un gruppo che procede nel suo processo di crescita. E’ vero le mie squadre fanno meglio nella seconda fase della stagione, evidentemente il lavoro di tutto lo staff da’ i suoi frutti”. -Fiducia alla squadra reduce dal successo sui Campioni d’Italia?- “A grandi linee questa è l’idea maturata in settimana. Indisponibili gli infortunati Dikmann, Simic e Jankovic, che si trascina ancora i postumi del vecchio problema, posso nuovamente contare su Kurtic, mentre toccherà a Costa, sostituto naturale, prendere il posto di Fares squalificato. Vedremo anche sul fronte offensivo, perché nel corso degli allenamenti tutte le nostre quattro punte hanno dimostrato di essere in ottime condizioni. Voglio una squadra consapevole di conoscere quello che si gioca, confortata dal sapere che disporrà di un’arma importantissima, quella dei tantissimi tifosi al seguito(2.278 i tagliandi staccati per il settore ospiti ndr) che ancora una volta voglio ringraziare. Faremo di tutto -ha concluso Semplici- per regalare a tutti un’altra grande soddisfazione”. E’ quindi probabile vedere al Castellani una Spal con Viviano; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Murgia, Missiroli, Kurtic, Costa; Petagna, Floccari. Andreazzoli, alle prese con le indisponibilità di Silvestre, Pajac, Ucan, La Gumina, Antonelli, Farias, Polvani e Diks, dovrebbe affidarsi a Dragowski; Maietta, Nikolaou, Dell’Orco; Di Lorenzo, Traorè, Bennacer, Krunic, Pasqual; Oberlin, Caputo. Fischietto all’altezza dell’importanza della posta in palio, Rocchi, che arriva dalla limitrofa Firenze. Si inizia alle 15.00, con radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *