SPAL – Semplici teme la tranquillità del Chievo. Venduti 2.270 biglietti nel settore ospiti

Dopo i risultati positivi della squadra di Di Carlo con Lazio e Parma

Semplici non vuol nemmeno lontanamente sentir ipotizzare di partita priva di difficoltà con il fanalino di coda Chievo. “Avete visto tutti -ha tenuto puntualizzare l’allenatore della Spal, alla vigilia della trasferta veronese- con quale spirito i nostri prossimi avversari hanno affrontato Lazio e Parma. Chi andrà in campo, per un motivo o per un altro, avrà mille stimoli per fare bella figura, oltre tutto facilitato dall’avere la mente libera, senza l’assillo del risultato a tutti i costi. E’ una squadra che nella singola partita ha dimostrato di potersela giocare con tutti, che ha pagato le note problematiche di inizio stagione. Ci ha sempre messo in difficoltà, non l’abbiamo mai battuta. Speriamo di sfatare anche questo tabù”. -Si profila un nuovo massiccio esodo di tifosi da Ferrara- “E’ una testimonianza di quanto apprezzino i risultati ottenuti e noi -ha voluto evidenziare Semplici-cercheremo di regalar loro grandi soddisfazioni fino al termine del campionato”. -Obiettivo decimo posto?- “Bisogna tenere alta la concentrazione prima per portare a casa i punti per garantirci la salvezza, poi penseremo a completare nel migliore dei modi una grande stagione. Per questo fino al termine del campionato giocherà chi offre le maggiori garanzie, con eventualmente spazio per Gomis che quando è sceso in campo ha sempre assicurato un ottimo apporto. Decimo posto? Sarà difficile, noi giocheremo per vincere tutte le partite. Se dovessimo arrivare a questo traguardo sarebbe come vincere tre scudetti”. -Tante voci di mercato con vari spallini, compresi Semplici e Vagnati, nel mirino anche di squadre di fascia medio alta- “Fa piacere essere accostati a società importanti -non ha nascosto Semplici- si tratta di un premio agli investimenti fatti dalla società e al lavoro di tutti”. -Ma quando vi siederete per definire il futuro, che Simone Colombarini ha fatto intendere esplicitamente sarà ancor più ambizioso?- “Intanto fa piacere -ha sottolineato con un sorriso Semplici- sentire che la proprietà è intenzionata a proseguire nel suo processo di crescita. Quotidianamente ci confrontiamo, poi, una volta raggiunta la certezza dell salvezza, entreremo nei dettagli, anche per quanto riguarda il mio futuro. Comunque io tengo ribadire essere il primo tifoso di questa squadra…”. -Tornando alla gara del Bentegodi, quale formazione ci possiamo aspettare?- “Mi conoscete da cinque anni -ha risposto Semplici- sapete che non faccio annunci in merito allo schieramento, posso comunque dire che i ragazzi stanno tutti bene, anche Felipe e Bonifazi che avevano accusato qualche acciacco ad inizio settimana e che la squadra delle ultime gare ha rispettato le mie attese..”. Prevedibilmente quindi Semplici, che non potrà contare su Vicari squalificato e che per la panchina avrà a disposizione anche Jankovic, si affiderà a Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi; Lazzari, Murgia, Missiroli, Kurtic, Fares; Petagna, Floccari. Sul fronte opposto Di Carlo, che, da un paio di settimane, comunque con ottimi risultati, sta dando spazio a molti giovani e non avrà Barba e Leris, bloccati per un turno dal Giudice Sportivo, dovrebbe schierare Semper; Depaoli, Bani, Cesar, Jaroszynski; Dioussé, Rigoni, Hetemaj; Vignato; Meggiorini, Stepinski. Sarà l’emergente Riccardo Ros, di Pordenone, della CANB, a dare il fischio di inizio previsto per le ore 18.00, con radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *