SPAL: anche a Udine Semplici si affida ai migliori e posticipa discorsi sul suo futuro

E la Pimavera si gioca la promozione nella sfida con la Lazio a Roma


Con tranquillità la Spal si accinge ad affrontare la penultima gara di una stagione che, indipendentemenete dall’esito di quei due atti conclusivi, sarà consegnata agli archivi con ricordi da incorniciare. “Non ci mancano gli stimoli, vogliamo fare più punti possibili -ha esordito Leo ardo Semplici alla vigilia dell’ultima trasferta-. Siamo consapevoli che nin sarà facile. Ci attende una partita difficile, l’Udinese si gioca tanto”. -Potrebbe profilarsi qualche novità nello schieramento?- “Presenterò la miglior formazione possibile -ha, con fermezza precisato il tecnico spallino. Kurtic ha recuperato, mentre non sono disponibili Missiroli(contusione costale) e Felipe(mal di schiena). A centrocampo non mancano le alternative, così come in porta, deciderò se giocherà Viviano o se dare spazio a Gomis”. -Jankovic?- “Ha fatto molto bene quando è entrato con il Napoli. Vedremo in queste ultime giornate se ci sarà la possibilità di concedergli ulteriore spazio, ma -ha tenuto sottolineare Semplici- a gara in corso. Non è ancora in condizione per affrontare i 90’”. -Ancora tanti tifosi al seguito, settore ospiti esaurito da giorni- “Questo è un aspetto straordinario. In questi anni siamo cresciuti insieme, costruendo con la società e tutto l’ambiente un qualcosa di incredibile”. -Affermazioni che fanno capire quanto Semplici è legato alla Spal e a Ferrara. Una conferma della sua permanenza in biancoazzurro anche per la prossima stagione, nonostante le voci di tante proposte in arrivo da più parti?- “In questo momento -Semplici ha subito bloccato ogni discorso sul suo futuro- penso solo a lavorare per chiudere l’anno con il maggior numero di punti possibile. Non faccio caso alle tante voci che circolano attorno al mio nome. Lo ripeto ancora una volta, affronteremo in serenità con la società la situazione dopo la partita con il Milan, non prima. Comunque -ha ancora tenuto ribadire il tecnico fiorentino- a Ferrara sto benissimo…”. Sarà quindi necessario pazientare almeno una decina di giorni prima di conoscere le strategie tecniche della società, intanto c’è la sfida della Dacia Arena, dove se per i padroni di casa sono in palio punti salvezza, resta vivo l’obiettivo decimo posto per una Spal che potrebbe presentarsi con Gomis; Cionek, Vicari, Bonifazi; Lazzari, Murgia, Schiattarella, Kurtic, Fares; Petagna, Floccari. Il tecnico dei friuliani Igor Tudor, che deve fare i conti con una lunga lista di infortunati che comprende Opoku, Ingelsson, Barak, Behrami e Fofana, dovrebbe rispondere con Musso; De Maio, Ekong, Samir; Stryger Larsen, Mandragora, Sandro, De Paul, D’Alessandro; Okaka, Lasagna. Dirigerà Fabbri della sezione di Ravenna. Radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International. Fischio di inizio alle ore 15.00. In contemporanea è in programma, per il campionato Primavera 2, Lazio-Spal. Finale play-off decisiva per la promoazione in Primavera1. Gara unica, con eventuali supplementari e calci di rigore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *