Minacciato tifosi della Lazio: quattro ferraresi denunciati. Scatta anche il daspo

digosPoteva avere risvolti più gravi l’episodio risalente a più di due settimane fa per questioni legate al calcio, protagonisti quattro ultras della Spal che hanno provocato i tifosi ospiti dopo il fischio finale di Spal e Lazio, una partita a rischio alla luce dei tafferugli dell’anno scorso in montagna.

Scattati quattro daspo.

Momenti di tensione dopo il fischio finale di Spal Lazio, il 15 settembre scorso, partita finita 2 a 1 per i ferraresi che hanno festeggiato insieme alla squadra. Non così per uno sparuto gruppo di sostenitori dei colori biancoazzurri che, invece, hanno cercato lo scontro con i tifosi laziali.

Quattro ferraresi sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per i comportamenti adottati in corso Isonzo, strada sulla quale transitano sempre i tifosi ospiti a fine partita per raggiungere, il più velocemente possibile, i caselli autostradali, scortati dalle forze dell’ordine. Ma all’incrocio con via Agnelli, una trasversale di corso Isonzo, secondo gli inquirenti, i quattro spallini avrebbero lanciato bicchieri pieni di birra e oggetti vari verso le auto, inveendo contro i supporters laziali e minacciando anche i passanti armati di cintura.

Non è chiaro se si sia trattato di rivalità sportiva o di strascichi legati ai tafferugli pre amichevole estiva tra Spal Lazio, a fine luglio del 2018, ad Auronzo di Cadore. La rivalità tra le due tifoserie poi affonda le sue radici ancora più lontano. a tre anni fa, quando tifosi spallini vennero aggrediti a Roma dopo Lazio Spal.

Dinamiche non chiare e su cui si sta indagando: sta di fatto, che l’intervento della Digos ha messo in fuga tre tifosi, poi riconosciuti e rintracciati grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza che controllano la zona.

Uno di loro invece è stato fermato subito dalla Polizia di Stato. Le accuse sono di condotta violenta, minaccia verbale e utilizzo di oggetti contundenti atti ad offendere Oltre a essere stati denunciati, i quattro hanno ricevuto anche il daspo, il divieto di accesso alle manifestazione sportive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *