SPAL – Per Di Biagio con la Juve servirà la partita perfetta

Nella squadra di Sarri tanti assenti, ma, come dice il tecnico biancoazzurro, è una gara proibitiva. Venduti 14.990 biglietti

Sognare è lecito, ricordando anche come nelle due precedenti stagioni la Spal ha costretto la Juventus prima al pareggio, poi alla resa. Altri momenti con la squadra, allora affidata a Max Allegri, con lo scudetto già in tasca. Alla Spal, che con i suoi 15 punti oggi si ritrova a 42 lunghezze dai bianconeri che, braccati da Inter e Lazio, non sono certamente nelle condizioni di concedersi distrazioni, corre comunque l’obbligo di provarci, almeno per dimostrare di poter ancora dare un senso al suo campionato, che potrebbe iniziare con le successive due gare a Parma e al Mazza con il Cagliari. Intanto c’è da pensare alla Juventus. Come cercare di limitare Ronaldo, che per la prima volta farà capolino a Ferrara, e soci? “Non sarà facile -ha esordito alla vigilia della sfida con i bianconeri Gigi Di Biagio, che farà il suo esordio in un Mazza avviato verso il tutto esaurito e con il tifo probabilmente equamente diviso- dobbiamo fare la partita perfetta, sperando in qualche loro errore. Ci aspetta una gara proibitiva, ma nel calcio esistono le sorprese”. -Due settimane di lavoro con in mezzo la partita di Lecce- “Ci sono segnali incoraggianti. A Lecce cinque sei giocatori sono andati al tiro. Abbiamo fatto bene per una mezz’ora, poi abbiamo commesso degli errori che non possiamo permetterci. Stiamo lavorando sotto questo profilo. Stiamo crescendo. Noto con piacere che i ragazzi mi stanno seguendo. Devono scrollarsi di dosso certi timori, attaccando con maggior continuità e convinzione. I problemi sono soprattutto mentali, fisicamente la squadra sta bene”. -Conferma del 4-3-3 di Lecce?- “Di sicuro difesa a quattro, ma non chiedetemi il resto -ha tenuto sottolineare Di Biagio-. A centrocampo e in attacco è mia abitudine scegliere i moduli anche in relazione agli avversari, ma non mi piace svelare le mie idee in anticipo. Per la gara con la Juventus ho tante soluzioni. In difesa sono tutti a disposizione. Vicari ha recuperato e anche Sala è pronto. A centrocampo ho tante possibilità di scelta. Unico indisponibile è Dabo, che sarà tra i convocati, ma non è ancora utilizzabile, al contrario di Fares orami completamente arruolato, poi c’è un Tunjov che prima poi avrà una maglia da titolare. E’ fortissimo! Certamente non ci sarà Cerri, mentre D’Aessandro giocherà con la Primavera impegnata nella sfida al vertice sul campo del Milan”. -Otto puni da recuperare sulla Samp, sembrano tanti- “In questo momento dobbiamo pensare solo a noi -ha tenuto ribadire Di Biagio- sarà determinante ritrovare al più presto la vittoria. Dobbiamo riversar in campo tutta la rabbia che abbiamo dentro per l’immeritata sconfitte di Lecce. Poi potrà capitare di tutto. Mamcanto tante giornate alla fine del campionato. Le sorprese in serie A sono all’ordine del giorno. Non è la prima volta che squadre a questo punto della stagione considerate più che tranquille si sono poi ritrovate risucchiate nella zona calda. Ripeto -ha concluso l’allenatore della Spal- dipende tutto da noi”.
Di Biagio potrebbe quindi puntare su Berisha; Cionek, Bonifazi, Zukanovic, Reca; Missiroli, Valdifiori, Castro; Di Francesco, Petagna, Strefezza. Sarri, che deve fare i conti con una lunga lista di infortunati che comprende Khedira, Douglas Costa, Demiral, Pjanic e Higuan, oltre a Bonucci squalificato, e vede profilarsi, dopo quella del Mazza, anche le sfide con Lione e Inter, dovrebbe affidarsi a Szczesny; Danilo, De Ligt, Rugani, Alex Sandro; Ramsey, Bentancour, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Ronaldo. Fischio di inizio alle ore 18.00 di Federco La Penna della sezione Roma1, VAR Di Bello-De Meo. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Un pensiero su “SPAL – Per Di Biagio con la Juve servirà la partita perfetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *