SPAL: a Vicenza prima trasferta delle tre nei prossimi quattro turni

Ma solo uno scontro diretto, quello sul campo della Salernitana, per Marino è giunto il momento che il gruppo metta in campo tutte le sue qualità

Tre trasferte nei prossimi quattro turni. La prima a Vicenza, quindi il match interno con la Reggina e, in rapida successione, viaggi a Salerno e Pescara, un poker di gare che potrebbe avere un’incidenza pesante sul cammino della squadra di Marino. Si parte dal Menti, dove la Spal troverà un’avversaria alla ricerca di punti salvezza e che fa del dinamismo la sua arma principale. “Dobbiamo migliorare, rispetto a quanto fatto ultimamente -ha esordito Pasquale Marino presentando la gara di Vicenza-, siamo consapevoli che la battuta d’arresto con il Pordenone ha influito sul morale, ma dobbiamo anche anche sapere che non è mai facile vincere in questo campionato. Solo l’Empoli è stato in grado di dare continuità al suo cammino, tutte le altre squadre hanno avuto pause. A noi le qualità non mancano. Dobbiamo però essere più aggressivi. A parte le prestazioni con Pordenone e Cremonese, la squadra ultimamente si è sempre espressa su buoni livelli. Avremmo meritato qualche punto in più e trovarci in piena zona promozione diretta, che comunque non è lontana. La prestazione di Cosenza ha fornito anche segnali positivi per quanto riguarda le prove in trasferta, anche se resta difficile spiegare il diverso rendimento rispetto a quando siamo in casa. Non c’è pubblico e le dimensioni dei terreni di gioco non cambiano”. -Vicenza squadra che, a differenza della Spal, lotta solo per la salvezza- “Avversario pericoloso -ha messo le mani avanti l’allenatore della Spal- rinforzato dai ritocchi del mercato di gennaio. Rispetto all’andata ha modificato il sistema di gioco, aumentando la forza offensiva. Oggi giocano due attaccanti e un trequartista, prima 4-4-2, tutto comunque dipende da noi. Dobbiamo aggredire i nostri avversari nella loro metà campo. Posso dire che, finalmente, siamo riusciti ad allenarci per una settimana al completo, non dovendo preparare gare di coppa o partite ravvicinate. Questa situazione consente di curare gli aspetti tattici e lavorare anche sulle caratteristiche degli avversari. C’è maggior possibilità di operare sui concetti di base e oliare i meccanismi da applicare in partita”. -Finalmente gruppo al completo, possibile qualche variazione tattica, ad esempio una punta e due trequartisti?- “Abbiamo tante possibilità, ma non posso svelare come ci schiereremo -come sempre il tecnico spallino non ha fatto trasparire le sue intenzioni sulle scelte tattiche, tanto meno quelle relative ai singoli sui quali farà affidamento-, anche perché non abbiamo situazioni e schemi fissi. Per quanto riguarda i singoli c’è chi non è al meglio come Floccari, che comunque si mette sempre a disposizione, o è alla ricerca della migliore condizione, vedi Di Francesco e Sala, reduci da infortuni.  Per quanto rigusrda Asencio è leggermente più avanti di Tumminello.  Entrambi  sono in crescita, potendo aumentare la continuità e l’intensità negli allenamenti. Con loro in campo ci sarà la possibilità anche di variare qualche atteggiamento. In particolare dovremo aggredire gli avversari più in avanti. Rispetto al periodo in cui abbiamo disputato otto gare ravvicinate, abbiamo la possibilità di effettuare più rotazioni e finalmente non dobbiamo più confrontarci con le porte girevoli del mercato. Sono state situazioni che hanno inciso”. -E Murgia?- “Questa settimana -ha precisato Marino- ha fruito di due giorni di permesso per motivi familiari. Non farà parte dei convocati. Alla ripresa della preparazione si aggregherà al gruppo. Rimane a tutti effetti un giocatore della Spal”.
Spal che quindi potrebbe presentarsi per la sfida al Lanerossi con Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Dickmann, Segre, Mora, Strefezza; Di Francesco, Valoti; Paloschi. Mimmo Di Carlo, che ha tante possibilità di scelta, specie a centrocampo e in attacco, sembra poter propendere per Grandi; Bruscagin, Pasini, Padella, Beruatto; Vandeputte, Rigoni, Cinelli; Gacomelli; Meggiorini, Lanzafame. Gara affidata a Matteo Gariglio, della sezione di Pinerolo. Fischio di inizio ore 14.00. Diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *