SPAL: attesa delle prime mosse di Tacopina

Dopo le firme del passaggio di proprietà previste nelle prossime ore


Ormai ci siamo, la fine dell’era Colombarini-Mattioli e l’inizio di quella Tacopina & C. sono ad un passo dal compiersi. Tra poche ore, davanti al notaio Francesco Leoni, le parti dovrebbero sottoscrivere l’accordo destinato a sancire il trasferimento delle quote dalla proprietà ferrarese a quella made in USA. Tra gli amanti dei colori biancoazzurri, ma anche tra in tantissimi ferraresi che hanno a cuore le sorti della Spal, c’è fermento. Tutti ad attendere di conoscere i programmi che, dopo le “firme”, Tacopina illustrerà. Parole a parte, in pochi giorni si capiranno le strategie e gli obiettivi dell’avvocato newyorkese. A svelarle sarà il mercato, fino ad oggi condizionato dalla trattativa societaria finalmente in dirittura di arrivo. Metà squadra è ancora da fare. Servono quattro difensori. Se arrivassero Berardi, Capradossi, Tripaldelli e Celia, o Corbo, il reparto sarebbe completo. A centrocampo quasi sfumato, ancora non c’è l’ufficialità dell’accordo con il Crotone, Bjarnason, almeno un elemento di spessore parrebbe indispensabile, così come in attacco quello dell’uomo gol. Colombo infatti, seppur in prospettiva di grande interesse, non può vedersi addossata tutta la responsabilità di scardinare le difese avversarie(La Mantia, Di Carmine, Riviere???). Un obiettivo potrebbe essere di attendere, per completare il pacchetto delle operazioni indispensabile per affrontare una stagione, senza patemi d’animo, attendere la cessione di almeno un paio di elementi tra Murgia, Missiroli, Viviani e Di Francesco. Se queste operazioni non dovessero concretizzarsi, Tacopina non potrebbe esimersi dal mettere mano al portafogli. Impensabile voglia correre il rischio di un campionato da centro bassa classifica. Il primo ad essere in trepida attesa è Pep Clotet. Confida nei primi arrivi già in vista della trasferta di Coppa a Benevento, di un secondo blocco per il debutto in campionato ed eventualmente, se non si potranno anticipate i tempi, della ciliegina sulla torta entro il 31 agosto, giorno di chiusura del mercato. Il tempo non è tanto, ma sufficiente per completare un organico in grado inserirsi nella corsa play-off, che è lecito aspettarsi essere un obiettivo da poter inseguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.