SPAL: a breve il via ai lavori per la completa riapertura dello stadio

Dopo la decisione del tribunale di rigettare la richiesta dell’incidente probatorio

Si registra un passo avanti per la riapertura al pubblico di tutto lo stadio Paolo Mazza. Il giudice delle indagini preliminari Danilo Russo ha rigettato la richiesta di incidente probatorio avanzata dalle difese dei principali indagati, questo comporterà il nullaosta all’esecuzione dei lavori su cui sta operando la Spal, il cui ammontare dovrebbe essere attorno ai 700.000 euro. Come si ricorderà la Società presieduta da Joe Tacopina ha dato mandato all’ing. Michele Calvi, di predisporre il progetto che ottemperi a quanto indicato dal perito della Procura ing. Carlo Pellegrino . Non ancora stimati i tempi per l’avvio e la conclusione dei lavori. Diffcile prevedere che possano essere portati a termine entro fine anno. Se così fosse, si potrebbe ipotizzare che il primo incontro, con l’impianto completamente fruibile dagli sportivi, sarebbe Spal-Reggina, in calendario il 5 febbraio. Dopo il match interno con il Pisa del 29 dicembre la squadra di Clotet a gennaio è infatti impegnata sempre in trasferta, il 15 con il Pordenone e il 22 a Monza. Tra le due partite, il giorno 18, la Corte di Cassazione ha fissato la discussione del ricorso presentato dalle difese degli imputati avverso al rigetto dell’istanza di dissequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *