SPAL: a Chiavari per confermare le ambizioni, ma è sempre più emergenza difesa

Senza Berisha, Okoli, Ranieri, Vicari, sul campo di una squadra in crisi, ma con un nuovo tecnico

La Spal affronterà la trasferta di Chiavari sul campo di una squadra in difficoltà, ma che avrà mille motivazioni per inziare a frenare una caduta che l’ha fatta precpitare in piena zona retrocessione. E proprio per puntare alla risalita la società ligure in settimana ha deciso di chiudere il rapporto con Bruno Tedino e affidare la guida tecnica della squadra a Vincenzo Vivarini. “Non sarà facile -ha esordito alla vigilia del match con l’Entella Pasquale Marino- troveremo, come sempre avviene quando si verifica il cambio di allenatore, giocatori che hanno tanta voglia di mettersi in mostra. Mi aspetto una gara dagli alti toni agonistici e mi pare opportuno anche ricordare che nella formazione ligure ci sono tanti elementi di qualità. Questa è la serie B. Tutte le partite sono battaglie e senza facili pronostici. Noi ci stiamo preparando al meglio. Abbiamo anche lavorato alcuni giorni sul sintetico, per abituarci alla superficie artificiale del terreno dello stadio di Chiavari”. -Per la Spal in palio le primissime posizioni- “Può essere uno stimolo ma, -ha tenuto precisare l’allenatore della formazione ferrarese- siamo solo a inizio stagione. E’ presto per fare queste considerazioni. Lo ripeto, dobbiamo vivere alla giornata. Cercheremo di sfruttare la tranquillità di questo periodo. La nostra stagione ha avuto una svolta dopo la conclusione del mercato. Non ci sono più state distrazioni, tutti i ragazzi si sono messi a disposizione con tanta professionalità, convinzione e serietà. Sono emerse tutte le loro qualità, che sono tante”. -Nella conferenza stampa dei giorni scorsi il presidente Walter Mattioli ha dichiarato apertamente quanto sarebbe importante per il futuro societario l’immediato ritorno in serie A. Per la squadra un’ulteriore responsabilità?- “Sono problematiche -ha affermato con determinazione Marino- che non possono condizionarci. Noi dobbiamo solo continuare a lavorare come abbiamo fatto fino ad oggi, cercando di proseguire nella serie di risultati e prestazioni positive”. -Formazione?- “Abbiamo tante assenze in difesa(Berisha, Okoli, Ranieri, Vicari ndr) -ha sottolineato il tecnico spallino- mentre in attacco ci sono varie soluzioni. Vedremo, anche perché è mia abitudine comunicare le scelte prima ai ragazzi”.
Spal che, in attesa del rientro di Castro, previsto sabato con il Pisa, potrebbe quindi presentarsi a Chiavari con Thiam; Tomovic, Salamon, Sernicola; Dickmann, Salvatore Esposito, Missiroli, Sala; Valoti; Paloschi, Di Francesco. Vivarini dovrebbe modificare il modulo, rispetto al suo predecessore, passando al 4-3-1-2. Possibile vedere un Entella con Borra; Coppolaro, Pellizzer, Poli, Bonini; Toscano, Paolucci, Settembrini; Morosini; Mancosu, Meazzi. Gara che sarà diretta da Manuel Volpi della sezione di Arezzo. Fischio di inizio alle ore 21.00. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *