SPAL: a Cremona con un doppio obiettivo

Il risultato nella sfida dello Zini potrebbe incidere anche sul mercato. D’Alessandro non convocato, diretto a Monza. Sacrificio per trovare risorse per l’ingaggio di un attaccante. Mora convocato, Tumminello no


Ultima gara prima del giro di boa, in vista della passerella in Coppa sul campo dei Campioni d’Italia e del big-match con il Monza. A Cremona un risultato positivo potrebbe essere importante non solo per la classifica, ma anche incidere sulle strategie di mercato. Buone notizie positive dallo Zini potrebbe dare un’ulteriore spinta alla società per mettere Zamuner nelle condizioni di completare la campagna acquisti e cessioni con almeno un rinforzo ed è ovvio che il primo riferimento è rivolto all’ingaggio di quell’attaccante che potrebbe, dopo gli innesti di Mora e Tumminello, il definitivo salto di qualità alla rosa biancoazzurra. “Non dobbiamo farci distrarre dal mercato -ha affermato Pasquale Marino alla vigilia della trasferta a Cremona- dobbiamo solo pensare alla prossima partita. Troveremo una squadra rigenerata dalla vittoria di Pescara, dove ha fatto un’ottima gara e ai giocatori per mettersi in evidenza davanti agli occhi del nuovo tecnico. La Cremonese ora si trova nelle parti basse della classifica, ma gli obiettivi di inizio stagione erano molto più ambiziosi, per cui sarebbe un gravissimo errore sottovalutarla. Lo ripeto in serie B non esistono partite dall’esito scontato”. -Sono arrivati Mora e Tummnello, quali sono le loro condizioni?- “Mora è disponibile -ha risposto prontamente l’allenatore della Spal-, anche se ultimamente non si è allenato con continuità. Sarà tra i convocati. Sono soddisfatto suo arrivo, può far lievitare livello personalità e agonismo in mezzo al campo. Sarà utile per girone di ritorno. Tumminello deve fare un percorso di reintegro in gruppo. Ha recuperato dall’infortunio, deve riprendere confidenza con il campo, ritrovare i contrasti, eravamo a conoscenza dei suoi problemi. Non siamo stati colti di sorpresa, ci eravamo informati. Serviranno dieci quindici giorni per poterlo inserire nei convocati di una partita. A Cremona, oltre a Di Francesco infortunato, non sarà con noi anche D’Alessandro. Come è stato per Castro con la Reggiana, essendoci una trattativa in corso, abbiamo preferito optare per questa soluzione”. -La sua cessione, probabilmente ad una diretta rivale, potrebbe portare all’arrivo di un altro attaccante?- “Capisco -ha tenuto sottolineare Marino- possa esserci qualche perplessità per una cessione a una squadra con la quale ci stiamo confrontando, ma bisogna tener conto delle offerte e dei desideri dei giocatori. Con la società lavoriamo in sintonia. Sempre tendendo conto delle esigenze del bilancio, si sta cercando di migliorare la qualità complessiva. Sono soddisfatto di quello che è stato fatto fino ad oggi, ma anche se non lo fossi, non potrei fare diversamente…”. -Fine del girone di andata il suo bilancio- “Positivo -ha detto Marino-, anche considerando i tanti problemi con cui ci siamo dovuti confrontare. C’è stato un periodo in cui molti giocatori erano condizionati dalle scorie della retrocessione e dal mercato, poi le tante indisponibilità, molte di queste concentrate nel reparto attaccanti. Superato questo periodo ho visto un gruppo che ha sempre lavorato con grande serietà e intensità e i risultati si sono visti. Sono contendo del gruppo che alleno”. -A Cremona ancora una Spal con la coppia Paloschi-Floccari, come con la Reggiana?- “Abbiamo varie soluzioni -come di consueto, Marino ha risposto non dando indicazioni sui singoli-, ma posso dire che Floccari sta attraversando un buon periodo di forma e sta svolgendo bene il compito che gli ho affidato”.
Non dovrebbero esserci quindi sostanziali variazioni rispetto al derby con i granata. Possibile quindi vedere allo Zini una Spal con Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Strefezza, Missiroli, Esposito, Valoti, Sala; Paloschi, Floccari. Pecchia potrebbe confermare l’undici che gli ha regalato i tre punti a Pescara, domenica scorsa, nel giorno del suo esordio sulla panchina grigiorossa. Cremonese quindi con Carnesecchi; Zortea, Bianchetti, Ravanelli, Valeri; Bartolomei, Castagnetti, Valazania; Pinato, Strizzolo, Celar. Gara affidata a Ivan Robilotta, della sezione dio Sala Consilina. Fischio di inizio alle ore 21.00. Radiocronaca diretta su RadioInternazional.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *