SPAL A CROTONE TITOLARI A RIPOSO

Per la gara di Coppa Marino schiera le seconde linee. Eventuale quarto turno al Mazza con il Monza

“Per noi è più importante il campionato”. Questa la principale indicazione che ha voluto dare Pasquale Marino alla vigilia della gara di Coppa a Crotone. “Con tanti impegni ravvicinati -ha proseguito l’allenatore della Spal- è opportuno far rifiatare chi ha speso tante energie. Sarà anche l’occasione per dare minutagggio e verificare le condizioni dei ragazzi ultimamente meno utilizzati. Tra i convocati ci saranno alcuni giovani della Primavera e anche Viviani, out invece Jankovic. Faremo il viaggio in giornata. Il volo dura poco più di un’ora, per cui abbiamo preferito, anche in vista della gara di domenica a Reggio Calabria, allenarci nelle nostre strutture, con tutte le comodità che abbiamo a disposizione”. -Si lavora meglio dopo una vittoria…- “Certamente -ha puntualizzato l’allenatore della Spal- il successo sul Vicenza è importante per il morale di tutto il gruppo, ma dobbiamo anche pensare alla cose da correggere. Non è una questione di giocatori (il riferimento era all’opportunità di affidarsi con maggior continuità a Salvatore Esposito, all’apparenza l’elemento più adatto per migliorare la situazione in fase di non possesso ndr), ma a come chi è in campo interpreta certe situazioni. Con il Vicenza chi è stato utilizzato a centrocampo ha assicurato il contributo che mi aspettavo sia in copertura che in costruzione”. Indisponibili Floccari, Jankovic, D’Alessandro, Strefezza, Paloschi e Gomis, con la chiara, condivisibile, volontà di Pasquale Marino di non voler spremere i titolari, all’Ezio Scida molteplici ipotesi di formazione, tra queste Spal con Thiam; Spaltro, Okoli, Ranieri; Sernicola, Missiroli, Tunjov, Salvatore Esposito; Seck; Moro, Brignola. Esperimenti anche in casa Crotone,con Giovanni Stroppa, che ha come vice Beppe Brescia, che potrebbe affidarsi a Festa; Golemic, Marrone, Cuomo; Rispoli, Petriccione, Cigarini, Vulic, Reca; Messias, Riviere. Se queste dovessero essere le scelte dei due tecnici, Calabresi molto più competitivi. La vincente, nel quarto turno, se la vedrà con il Monza che ha superato, 4 a 1, dopo i rigori, a Lignano Sabbiadoro, il Pordenone, per la Spal eventuale match interno. Gara affidata a Matteo Marchetti della sezione di Ostia Lido. Fischio di inizio alle ore 17.00, radiocronaca diretta su RadioInternational. In caso di parità al 90′ supplementari e a seguire rigori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *