SPAL a Empoli per evitare gli sprechi della gara con il Pordenone

Oltre al risultato, obiettivo far tesoro degli aspetti positivi e negativi di Lignano. La Primavera fa suo, 2-1, il derby a Bologna


Dopo il pirotecnico 3 a 3 con il Pordenone, altra trasferta per la Spal. Biancoazzurri impegnati a Empoli, dove troveranno un avversario che vanta, giustificate ambizioni di alta classifica, galzavanizzato dal successo di Pescara. “Un gruppo straordinario-ha affermato Pasquale Marino, che si presenterà al Castellani in veste di ex-. Sono arrivato a Empoli con la squadra in zona play-out, poi siamo cresciuti. Sono convinto che se non ci fosse stato il blocco del campionato saremmo riusciti a conquistare la promozione. Mi è dispiaciuto, anche perché mi ero trovato benissimo con tutto l’ambiente, presidente, direttore e giocatori”. -Ora arriva da avversario, dopo la strana gara con il Pordenone- “Una partita con tanti aspetti positivi -ha affermato il tecnico spallino, tornando al confronto di Lignano Sabbiadoro- e una prestazione che si avvicina ai nostri concetti di gioco. Abbiamo concesso poco ai giocatori del Pordenone, bravi a sfruttare i nostri errori. Mi è piaciuto l’atteggiamento, attenti nell’evitare le ripartenze e  decisi ad attaccare con più uomini area di rigore, facendo registrare una supremazia nel possesso palla produttiva. Non abbiamo invece fatto bene nel finale quando abbiamo abbassato troppo baricentro. Probabilmente si è fatta sentire anche la stanchezza, dopo una partita molto dispendiosa. Situazione di cui dovrò tener conto nel momento in cui deciderò la formazione per la prossima partita”. -Quindi molte novità a Empoli?- “Certamente ci sarò una variazione in difesa(Ranieri per Tomovic?) e avvicendamenti potrebbero esserci anche in mediana, dove dispongo di tanti elementi complementari. Dovrò poi tenere conto, sugli esterni, delle indisponibilità di Dickmann e D’Alessandro. In attacco, in attesa dei recuperi di Floccari e Di Francesco che dovrebbe partire dalla panchina, valuteremo lo stato fisico dei ragazzi. Paloschi, è importante abbia ritrovato il gol e ha confermato la sua abilità anche a scambiare palla con i compagni in area. Strefezza e Castro che, anche quando si ipotizzava una sua cessione, si è sempre allenato con professionalità ha giocate mai banali e la capacità di verticalizzare la manovra che può essere per noi molto importante. Vedremo, dopo gli esiti dei test, se sarà il caso di non apportare modifiche, oppure se concedere qualche riposo, anche considerando i tre impegni in otto giorni”.
Indisponibili, oltre a Dickmann squalificato, Floccari, D’Alessandro e Viviani, possibile che Marino si affidi a Berisha; Salamon, Vicari, Ranieri; Sernicola, Missiroli, Salvatore Esposito, Sala; Castro; Paloschi, Sebastiano Esposito. Un paio di cambi, rispetto all’undici inizialmente schierato a Pescara, per Dionisi, che potrebbe schierare Brignoli; Fiamozzi, Romagnoli, Nikolaou, Terzic; Ricci, Stulac, Bandinelli; Bajrani; Mancuso, La Mantia. Fischio di inizio di Fabrizio Pasqua, della sezione di Tivoli, alle ore 21.00. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Prosegue il buon momento per la Primavera che in rimonta, grazie alle reti, nella ripresa, di Cuellar e Moro, si aggiudica, 2 a 1, il derby sul campo del Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *