SPAL: a Legnago torna Capellupo, Paro pronto per il Mantova

spal-nuove-156Spal attesa dalla breve trasferta di Legnago, dove gioca le sue gare interne la Virtus Vecomp Verona. Ferraresi ancora a digiuno di vittorie esterne. Per cancellare questo zero, prima della fine del girone di andata, oltre a quella di Legnago, resta solo l’opportunità dell’ultimo turno della prima fase del campionato, il 22 dicembre, quando è in programma la trasferta di Bellaria. Gadda confida che i sei punti conquistati nelle gare interne con Real Vicenza e Pergolettese abbiano infuso al gruppo la giusta convinzione ed autostima per presentarsi al cospetto della formazione scaligera nelle condizioni ideali per puntare al primo colpaccio lontano dal Paolo Mazza. Non dovrebbero esserci grandi novità nello schieramento. Dando per certo, una volta scontato il turno di squalifica, il rientro di Capellupo, al quale, con i doverosi aggiustanmenti tattici, dovrebbe far spazio Personè, si dovrebbe andare verso la conferma della squadra di domenica scorsa. Dall’infermeria infatti non arrivano sostanziali novità. Di Quinzio, dopo l’operazione a cui sarà sottoposto giovedì, tornerà in primavera, Paro lavora per essere disponibile per la gara del turno successivo con il Mantova, mentre Braiati e Personè partiranno dalla panchina, anche perchè ancora a corto di condizione. In gruppo Vita, per precauzione riposo, per la contusione all’occhio riportata in seguito alla pallonata ricevuta in occasione del rigore fantasma, Buscaroli. Nel frattempo designato l’arbitro di Virtus Vecomp-Spal: Claudio Lanza della sezione di Nichelino, assistenti Antonio Donvito(monza)-Anderson Gleison Marques(milano). Il giudice sportivo ha inflitto alla società una multa di 1.500 euro, per i cori rivolti dai tifosi a Sambugaro, ritenendo che il giocatore volesse perdere tempo al momento dell’uscita dal campo per infortunio, mentra in realtà il centrocampista della Pergolettese aveva ripotato la frattura scomposta dal setto nasale. Non è invece stato ammonito Buscaroli al quale Boggi aveva mostrato il giallo in occasione dell’azione che aveva momentaneamente indotto l’arbitro salernitano a concedere il calcio di rigore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *