SPAL: a Monza

Si riparte con tante speranze

Una ripartenza strana. Mercato ancora in pieno fermento, stadi, si spera per poco, senza pubblico, nuovo campionato, avversarie a loro alle prese con arrivi e partenza, ma si torna a giocare e la Spal è attesa dalla trasferta forse più impegnativa della stagione. Biancoazzurri impegnati a Monza sul campo della corazzata costruita dalla coppia Galliani-Berlusconi con il fermo intento di puntare, dopo la promozione in serie B, al doppio salto, lo dimostra anche l’ultimo colpo di mercato, Boateng. Inf Mazzocco, Di Francesco.
Marino è possibile si affidi a Berisha; Ranieri, Vicari, Sernicola; Dickmann, Missiroli, Valoti, Sala; Sebastiano Esposito, Paloschi, D’Alessandro. Stanno lavorando si stanno applicando anche i nuovi. dAL PUNTO DI VISTA FISICO IL mONZA HA AVUTO PIU TEMPO PER LAVORARE, SIAMO CRESCIUTI, il valore del Monza è noto, dobbiamo evitare certi errori essere più precisi. Dobbiamo dosare bene le energie, stare bene in campo. Piacere avere Orsato, ok unificazione A e B. Modulo: 3-4-3 stiamo andando discretamente, anche se non siamo fissati su un sistema, oggi, questo ci sta dando maggiore equilibrio e solidità dietro. Rombo a metà campo con Macin che ho allenato a Pescara, giocano in verticale, squadra aggressiva, singoli e qualità di gioco, quando imputano portano tanti uomini in avanti, dovremo essere bravi in fase difensiva, pronti a ripartire, casa e fuori casa, ancor più oggi che non c’è pubblico, no differenza casa e fuori casa. Berisha lusso, Di Francesco dopo sosta. Castro non convocato, Murgia ok.
Brocchi potrebbe presentare il su Monza con Lamanna; Donati, Sampirisi, Scaglia, Carlos Augusto; Armellino, Bareberis, D’Errico; Mota Carvalho, Gytkjaer. Per il vernissage del torneo cadetto l’AIA ha scelto un fischietto di eccezione, Daniele Orsato, reduce dalla finale di Champions.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *