SPAL: VENTURATO: “A PERUGIA CI ASPETTA UNA BATTAGLIA”.

Sempre affollata l’infermeria, otto gli indisponibili, ma c’è moderata fiducia perchè in trasferta i biancoazzurri hanno raccolto più che al Mazza. Alessandria battuta 3 a 0 dal Monza, restano sei i punti di vantaggio dai play-out , c’è la possibilità di allungare il distacco dalla zona pericolo

Per la Spal a Perugia si profila, a parte invertite, la situazione statistica della gara con l’Ascoli. La sfida di sabato ha messo di fronte una squadra, quella di Sottil, irresistibile in trasferta e la compagine ferrarese che in casa è incappata nella sesta sconfitta stagionale. Al Curi in campo un Perugia che, di fronte al pubblico amico, ha vinto solo quattro delle quattordici partite disputate, ai biancoazzurri che hanno fatto meglio in esterno dove hanno conquistato 16 dei 31 punti che assicurano sei lunghezze da gestire sulla zona play-out. Almeno sul piano psicologico un piccolo vantaggio per la truppa di Venturato. Per il resto la trasferta a Perugia si presenta molto ostica. La Spal infatti troverà un avversario deciso a rientrare nel gruppo play-off, da cui dista solo un punto e dovrà ancora fare i conti con le assenze di Viviani e Mancosu. Non lo si può nascondere, i due giocatori di maggior spessore tecnico e personalità dell’organico biancoazzurro, ai quali, per questi valori, non se ne possono avvicinare molti altri, forse l’atteso ex Melchiorri e Meccariello. “Abbiamo tanti assenti- -ha esordito Venturato, presentando la gara di Perugia-, anche Rossi, Tripaldelli e Pomini non faranno parte del gruppo convocati, oltre Mancosu, Viviani, Vicari, Finotto e Ellertsson. Rossi accusa dolori all’obliquo(muscolo dell’addome ndr) e Tripaldelli è alle prese con un affaticamento. L’obiettivo è recuperare tutti dopo la sosta. Forse per la gara con la Cremonese potrebbe tornare Vicari”. -Tanti infortuni…- “Si sta ripretendo la problematica -ha tenuto chiarire il tecnico spallino- in cui mi sono trovato la scorsa stagione a Cittadella, con tutto la rosa colpita in modo pesante dal Covid. Una situazione che ha avuto ripercussioni pesanti, sotto il profilo muscolare, per i giocatori e a cui non è facile capire come sopperire. A questo aggiungiamo anche i tanti impegni ravvicinati. Giocare tre partite alla settimana complica il nostro lavoro. Non ci si può allenare con l’intensità che vorremmo, per trovare continuità di rendimento e risultati. Ritengo comunque giusto mettere in evidenza che abbiamo raccolto meno punti di quanto meritato. La rete subita al 90’ con l’Ascoli dice tutto”. -A Perugia si profila un’altra gara impegnativa…- “Sarà una battaglia -ha ribadito Venturato- affronteremo squadra che sta facendo molto bene, aggressiva, fisica, pericolosa nelle ripartenze, che va alla ricerca di duelli individuali, con giocatori di gamba e qualità, che ha costruito molto sulle palle da fermo”. -Situazione di gioco in cui è invece, specie con l’Ascoli, la Spal è parsa carente- “E’ un fondamentale -è prontamente intervenuto Venturato- su cui stiamo lavorando, ne siamo coscienti. Molto dipende dalle capacità individuali di chi calcia le punizioni e di chi deve muoversi per creare certe condizioni all’interno dell’area”. -Capitolo formazione, considerando le tante assenze, conferma per Crociata alle spalle degli ex Melchiorri e Vido?- “Le scelte le farò -ha risposto l’allenatore della Spal- dopo aver parlato con i ragazzi e valutato le loro condizioni fisiche, tenendo conto del dispendio di energie dovuto a questa serie di impegni ravvicinati. Per quanto riguarda Crociata, posso dire che non ha particolari problemi. Con l’Ascoli è uscito per crampi”. -Meccariello capitano anche a Perugia?- “Ho fatto questa scelta -ha chiarito Venturato- considerando la sua esperienza e la capacità di comunicare con l’arbitro, caratteristiche simili a quelle di Vicari”.
E’ probabile che Venturato si affidi a Alfonso; Dickmann, Capradossi, Meccariello, Celia; Da Riva, Zanellato, Pinato; Crociata; Melchiorri, Vido. Alvini potrebbe rispondere con Chichizola; Sgarbi, Curato, Dell’Orco; Ferrarini, Segre, Burrai, Santoro, Lisi; Matos, De Luca. Fischio di inizio di Antonio Di Martino della sezione di Teramo, alle ore 18.30. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.