SPAL: a Venezia altro test con un avversario ambizioso, out Valoti

Dopo il ko di Cittadella e il pareggio con il Chievo, insidioso esame in laguna, a quattro giorni dal big-match con il Lecce. Degli ex in campo solo Ceccaroni, Cremonesi fuori un mese.  Macron sponsor tecnico fino al 2025

La Spal è attesa dal terzo confronto diretto consecutivo. Dopo la trasferta a Cittadella e il match interno con il Chievo,  gare che hanno fruttato solo un punto, arriva il viaggio in laguna, che precede la supersfida con il Lecce di martedì al Mazza. Ad attendere Floccari e compagni un Venezia che li insegue ad una sola lunghezze. “Mi è piaciuta, dopo l’opaca prestazione a Cittadella, la reazione della squadra con il Chievo -ha esordito Pasquale Marino alla vigilia della gara del Penzo-. Per questo sono fiducioso, anche se sono cosciente delle insidie che nasconde questa partita. Da inizio stagione abbiano sbagliato solo la gara di sabato scorso, ricordiamoci che la Spal ha superato la Salernitana, la Reggina, che era imbattuta, e pareggiato in dieci con il Chievo, squadra che punta alla parte alta della classifica e undici contro undici avevamo dominato. Dalla mia squadra mi aspetto un passo avanti. Soprattutto in trasferta possiamo crescere. Quando stiamo bene abbiamo le qualità per mettere in difficoltà quasiasi avversario”. -A partire dalla squadra di Zanetti?- “Il Venezia non costituisce certamente una sorpresa. -ha sottolineato il tecnico spallino- Sta facendo bene da varie stagioni. Squadra che tatticamente cambia costantemente atteggiamento durante la gara. Abbiamo lavorato sotto questo aspetto. Dobbiamo farci trovare pronti a occupare tutti gli spazi, specie in fase di non possesso. Nell’organico ci sono giocatori importanti ed esperti per la categoria, a partire dagli attaccanti come Aramu e Bocalon, oltre a Forte, capocannoniere del torneo. Poi non scordiamoci di Molinaro, Mazzocchi e Maleh Nazionale Under 21”. -Oltre a Strefezza squalificato, out anche Valoti, i motivi?- “In settimana ha accusato una lieve contrattura. Nulla di preoccupante -ha precisato Marino- ma, considerando i tanti impegni ravvicinati, abbiamo ritenuto opportuno tenerlo a riposo. Tornano a disposizione Okoli e Ranieri, oltra a Dickmann che, per tutta la settimana, si è allenato a pieno regime. Anche Floccari è in buone condizioni. Per tutto il gruppo, in campo o fuori, è un punto di riferimento importantissimo. Non chiedetemi chi giocherà. Ho tante alternative, in tutti i reparti. Ormai la mia filosofia la conoscete: la formazione va prima comunicata alla squadra”.
Possibile che Marino si affidi a Thiam; Tomovic, Vicari, Sernicola; Dickmann, Salvatore Esposito, Missiroli, Sala; Castro, Di Francesco; Paloschi. Paolo Zanetti potrebbe rispondere con Lazzerini; Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino, Vacca, Maleh; Aramu, Forte, Johnsen. Fischio di inizio, alle ore 18.00, di Marco Serra della sezione di Torino. Radiocronaca diretta su RadioInternational.
Nel frattempo la società continua a lavorare anche in prospettiva. Comunicato infatti ufficialmente il rinnovo della partnership, iniziata nel luglio 2017, con Macron, che fornirà tutto l’abbigliamento tecnico fino al 2025.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *