SPAL: alla ricerca degli uomini guida

Spal festa-100

I primi acquisti saranno i leader di difesa, centrocampo e attacco

In casa Spal si lavora per assemblare l’asse portante, che parte dal portiere, ruolo coperto dal confermatissimo Pietro Menegatti, passa attraverso l’uomo guida della difesa, il leader del centrocampo, per terminare la punta in grado, almeno sulla carta, di fornire le opportune garanzie in fatto di realizzazioni. Sono le operazioni più importanti e più costose, attorno alle quali sta operando giorno e notte il D.S. Davide Vagnati, che ormai sta rassegnandosi a rinunciare all’ingaggio di Virdis, che avrebbe, tra le altre, ricevuto un’offerta al di fuori della logica biancoazzurra, dal Lecce. Per il centrocampo resta aperto il discorso con Miglietta, anche se al giocatore, nella scorsa stagione a
Terni, sono ancora interessate società di serie B. Tutto il mercato della Spal ruota attorno all’ingaggio di questi elementi, destinati ad divenire i perni dell’undici di Brevi e che saranno fondamentali per centrare gli obiettivi a cui punta la società, ovvero una stagione tranquilla. Gli altri innesti nella rosa sono previsti solo dopo la conclusione delle trattivi per gli uomini cardine. Il tutto in attesa della composizione dei gironi, che, stando alle ultime indicazioni, dovrebbero avere sviluppo orizzontale. Se così fosse, parrebbe facile individuare diciassette delle diciannove avversarie della Spal. Il raggruppamento sarebbe il B con nove toscane: Carrarese, Grosseto, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Tuttocuoio e Viareggio. Quattro Emiliano-romagnole: Forlì, Pro Piacenza(che dovrebbe partire da -8), Reggiana, Sant’Arcangelo, più il San Marino. Due marchigiane: Ancona ed Ascoli e il Gubbio, per l’Umbria. Ci sarebbero da riempire due caselle. Si potrebbe ipotizzare, in caso di ripescaggio, dopo il sucesso nei play-off della serie D, la Correggese, che potrebbe essere seconda in graduatoria, eventualmenete preceduta da una delle retrocesse dalla Seconda Divisione. Difficile il Porto Tolle, oltre che per la tradizione e il pubblico ridotti all’osso, per non aver svolto l’attività giovanile richiesta dalla Lega Pro, che ha anche pesantemenete sanzionato la società polesana, che inoltre non dispone di un impianto a norma. Non da escludere l’inserimento di qualche squadra del Sud, per evitare derby a rischio per l’ordine pubblico. Situazioni che potranno comunque essere affrontante nel momento in cui saranno comunicate le società che, dopo aver superato l’esame di COVISOC e commissioni varie, vedranno ufficializzata l’iscrizione alla Lega Pro Unica, il cui organico omplessivo comprenderà sessanta squadra suddivise in tre gironi da venti.

Un pensiero su “SPAL: alla ricerca degli uomini guida

  • 10/06/2014 in 16:18
    Permalink

    sul forum forzaspal su una cosa siamo certamente tutti d’accordo:

    Varricchio non si tocca!!!!!!!!!!!!!

    per l’età media non c’è problema, si fa la squadra calcolando gli altri 10/11 e si considera varricchio sempre in campo

    preghiamo di far arrivare il messaggio a chi di competenza, grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *