SPAL: attenzione ai gironi

Rischio “A”, ipotesi se saranno accettate le richieste della Procura Federale

imageLe richieste della Procura Federale sui procedimenti che vedono coinvolte Catania, Savona, Teramo, Lametia e Torres, potrebbero portare allo stravolgimento dell’ipotetica composizione dei gironi di Lega Pro. Se le sentenze dovessero confermare quanto proposto in sede di dibattimento tutte queste squadre si ritroverebbero in serie D, con la conseguente promozione di Ascoli ed Entella in B ed i ripescaggi di Forlì e Gubbio. Mantenendo i vecchi criteri, ovvero geografia orizzontale, nel girone A, comprendendo anche la Pro Piacenza, che ha espresso in merito tale desiderio, le squadre sarebbero sedici: Albinoleffe, Alessandria, Bassano, Cittadella, Cremonese, Cuneo, Feralpi, Giana Erminio, Lumezzane, Mantova, Padova, Pavia, Pordenone, Pro Piacenza, Renate, Sud Tirol. Resterebbero quindi da coprire due caselle. Le maggiori indiziate potrebbero essere o un paio di toscane(Carrarese e Pisa???), oppure le emiliane, con Reggiana e Spal in cima alla lista. L’ipotesi alternativa potrebbero essere quella di adottare, almeno per i raggruppamenti A e B, un criterio misto, specie, per quanto riguarda le società toscane ed emilianoromagnole, suddivise nei due gironi Nord e Centro. Va comunque anche rilevato che, con questa serie di considerazioni le squadre sarebbero 52, per cui prima di approfondire ulteriormente tutti i discorsi si tratterà di capire quali altre saranno ripescate, per il girone A c’è la possibilità per la Pro Patria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *