SPAL: ceduto Cremonesi al Venezia

Prosegue l’opera di sfoltimento della rosa, ma Vagnati lavora anche per le entrate. Con il Verona a Trento.

La Spal ha comunicato ufficialmente il passaggio a titolo defiitivo di Michele Cremonesi al Venezia, dopo che il difensore, protagonista della promozione in serie A e del girone di andata nella prima stagione nel massimo campionato, era stato trasferito in prestito prima all’Entella poi al Perugia. Perfezionato anche il prestito del Primavera Marco Spina al Gozzano, formazione che milita in serie C. Vagnati prosegue quindi nell’opera di cessione dei giocatori a contratto, che non rientrano nei piani societari. La prossima partenza dovrebbe essere quella di Schiattarella, ad un passo dal Benevento. Sul fronte arrivi sempre aperto l’interrogativo Bonifazi, che rientrato dalle vacanze, da inizio settimana sta lavorando agli ordini di Mazzarri. Il Torino difficilmente lo tratterrà, ma non vorrebbe privarsene definitivamente. Il desiderio di Cairo è di un trasferimento in prestito. Modalità non condivisa dalla Spal, che starebbe invece bene alla Fiorentina prepotentemente inseritasi nella trattativa. Vagnati logicamenete sta valutando altrnative. Mentre dialogava con il Sassuolo per Di Francesco si è sentito proporre Magnani, che non pare però essere in cima alla lista dei desideri biancoazzurri. Lo scoglio per chiudere con il figlio del tecnico della Samp, è analogo a quello per Bonifazi. Ovvero il Sassuolo vuole mantenrne il controllo. C’è poi il discorso avviato con il Chievo per Tomovic, che potrebbe arrivare dalla società di Campedelli al fianco di Stepinski. Sguardo verso il Chievo anche per Giaccherini. Il suo innesto potrebbe completare il centrocampo. Un jolly indubbiamente utile per Semplici che lo ha sempre apprezzato. Nelle trattative con il Chievo la Spal avrebbe anche proposto Viviani. di Se queste operazioni dovessero andare in porto, ammesso che Fares e Petagna restino a Ferrara, il gruppo sarebbe quasi al completo, anche considerando le possibili partenze di Valdifiori e Paloschi. Nel frattempo si avvicina l’inizio dei test allo stadio, il cui esito dovrebbe essere reso noto sul finire della prossima settimana. Continua a trasparire un moderato ottimismo, almeno per evitare di dover emigrare nelle prime gare di campionato. Per l’amichevole con il Verona del 4 agosto deciso di giocare a Trento, alle 18.00. Per la Coppa Italia, si andrebbe verso l’inversione di campo, vista la vicinanza di Adria, Salò, oppure Udine, dove nella prossima stagione giocherà le sue gare interne il Pordenone, che pare il principale indiziato per affrontare la Spal nel terzo turno, in programma il 18 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *