SPAL: quale modulo per tornare con il sorriso da Crotone?

Tornerà Viviani, non ci saranno Colombo e Vicari, per una sfida di grande importanza

E’ facile dire che la sconfitta con il Lecce non deve lasciare il segno, ma è ovvio che un risultato positivo avrebbe consentito alla truppa di Clotet di affrontare con una grande carica la seconda trasferta in Calabria nello spazio di otto giorni. I biancoazzurri devono però ripartire pensando alla vittoria a Cosenza e al fatto di aver messo in difficoltà un Lecce costruito con il fermo intento di conquistare la promozione diretta. Se la squadra di Clotet si esprimerà sui livelli del confronto con i silani e di quello con l’undici Baroni le possibilità di tornare da Crotone con il sorriso sono molte alte. Ora si attendono le scelte del tecnico catalano, che dovrà fare i conti con le assenze di Vicari e Colombo, entrambi squalificati, ma potrà contare sul rientro di Viviani, che tornerà a guidare il centrocampo. Prevedibile la conferma dell’intero riparto arretrato, compreso Pomini che, in questo momento, tra i portieri a disposizione, anche per la sua grande esperienza, appare il più affidabile. Anche Peda e Celia hanno dimostrato di poter meritare fiducia. Per il resto gli interrogativi non mancano, modulo compreso. Clotet potrebbe pensare di concedere un turno di riposo a Esposito, l’unico, con Colombo, ad aver collezionato quindici gettoni di presenza. Scelta che potrebbe trovare ulteriore giustificazione nella brillante prestazione di Da Riva con il Lecce. L’ex vicentino potrebbe essere schierato in mediana, al fianco di Viviani. Come vertice alto dell’attacco possibile vedere Melchiorri, con, alle sue spalle, il trio di trequartisti Seck-Mancosu-Crociata? Questo in caso di 4-2-3-1, solo un’ipotesi, visto che Clotet ha dimostrato di non essere un’integralista e, in questi mesi, ha allenato il suo gruppo, per interpretare al meglio anche il 4-3-1-2 e il 4-3-3. Indispensabile mettere in campo lo spirito delle ultime due gare, in questo caso saranno molte le possibilità di di tenere a distanza il Crotone e, se possibile, anche il Cosenza che riceverà la Cremonese l’Alessandria che ospiterà il Cittadella. Sarà importantissimo mettere fieno in cascina, in vista dei confronti con le ambiziose Brescia, Frosinone, Benevento e Pisa, che precederanno l’apertura del mercato e l’inizio, ci si augura, confidando in Tacopina, di un nuovo campionato.

Un pensiero su “SPAL: quale modulo per tornare con il sorriso da Crotone?

  • 02/12/2021 in 15:01
    Permalink

    La Spal ha iniziato il campionato con il modulo 4 2 3 1,detto ciò,abbiamo assistito a ottime prove di squadra, è stato espresso il miglior gioco e tenuta difensiva.
    Con due mediani “bassi”e tre costruttori di gioco,dei quali due esterni rapidi in appoggio all’unica punta Colombo ha dato migliori frutti,come anche il 4 3 3 di Cosenza,ha permesso di difendersi senza eccessivi affanni.
    Il 4 3 1 2 invece non ha mai brillato,questo è un dato di fatto.
    Il gioco di Clotet,fatto di recupero palla,aggressione e verticalizzazione ha nei primi due moduli citati,ha trovato la miglior espressione di calcio,sia in estetica che di tenuta
    Poi,ovvio che per tornare da Crotone col sorriso, serve la gara “sporca”,decisa e di grande corsa e sacrificio,sono certo che poi con un buon portiere,un esterno basso e un attaccante di categoria si possa fare davvero bene…ora come ora navighiamo sul basso fondo,ma credo che la truppa di Clotet non abbia il morale intaccato…avanti ragazzi!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *