SPAL: Clotet aspetta Falcone e Meccariello

Anche se il portiere è risultato positivo al test Covid

In casa Spal sono attese a breve le ufficializzazioni delle prime operazioni di mercato. Si può dare per certo l’arrivo di Wladimiro Falcone e Biagio Meccariello. Per entrambi resta solo da definire qualche dettaglio, ma non dovrebbero esserci dubbi sul loro trasferimento alla corte di Pep Clotet. In realtà si prospetta un piccolo intoppo per quanto riguarda il portiere oggi in forza alla Sampdoria. La società blucerchiata ha infatti comunicato la positività al COVID del ventiseienne estremo difensore nella scorsa stagione in forza al Cosenza, dove ha dimostrato, a parte i sette rigori parati, essere, nel ruolo, uno dei giocatori più affidabili della categoria. L’arrivo di Falcone a Ferrara dovrebbe quindi subire un leggero ritardo, in seguito ai protocolli di isolamento che dovrà seguire, per cui, anche considerando che in questo periodo non si potrà allenare, resta un punto interrogativa sulla possibilità che si registri il suo debutto in biancoazzurro in occasione di Spal-Benevento del 16 gennaio. Possibilità comunque non del tutto da escludere, visto che un portiere non ha la necessità di sottoporsi a sedute atletiche a livello di quelle dei giocatori di movimento. Per il match con la squadra di Fabio Caserta dovrebbe invece essere disponibile Meccariello, proprio in occasione della gara con la squadra della città dove è nato il 27 marzo 1991. Il difensore, reduce da tre campionati nel Lecce, oltre a quello in corso, dopo aver vestito le maglie di Viribus Unitis, Andria, Ternana e Brescia, pare essere l’elemento ideale per fornire quelle garanzie che, nella prima fase della stagione, non sono state assicurate a Clotet per sopperire alle indisponibilità di Capradossi, Dickmann e Vicari. Per quanto riguarda l’attaccante, che la società conferma ritenere necessario inserire in organico, si profilano tempi più lunghi. E’ probabile si debba attendere fino agli ultimi giorni del mercato, che chiuderà il 31 gennaio, quando potrebbero aprirsi strade che in questo momento non paiono percorribili. Il capitolo entrate potrebbe comprendere anche un centrocampista. Un’operazione che dovrebbe essere legata a qualche partenza, visto come il settore, in questo momento, appaia piuttosto folto. A proposito di cessioni i nomi che si fanno, oltre a quello di Thiam, piuttosto che di Seculin, sono quelli relativi a giocatori che hanno trovato poco spazio come Spaltro, Coccolo, Crociata, D’Orazio e Piscopo. A queste, in caso di offerte importanti, potrebbe aggiungersi anche qualche altra uscita, comunque da escludere partenze di elementi basilari per le strategie di Clotet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *