SPAL: come al solito Butelli scherza col fuoco

E’ l’abitudine di Butelli, attendere l’ultima ora, poi giocare le carte restanti, così sta facendo anche in queste giornate avendo due strade per iscrivere la Spal al prossimo campionato: l’accordo con il gruppo Pelliccioni, oppure mantenere la proprietà e presentare una squadra destinata ad una retrocessione annunciata, con solo l’obiettivo di far cassa, tramite la vendita del fotovoltaico, la cessione dei giocatori più richiesti sul mercato, i contributi della Lega. Allo stato attuale delle cose l’ipotesi di una permanenza del patron della Trasea prende sempre più quota, anche perchè si vocifera, ancora una volta, di richieste che difficilmente potrebbero allettare anche il più ostinato ed interessato degli acquirenti. Valutate le risorse che avrà a disposizione Pozzi, il ritardo(non c’è allenatore, non ci sono giocatori) con cui ci si avvicinerà al mercato, la sorte è segnata, con anche, nel prossimo campionato, l’amarezza per i tifosi di vedere la Giacomense guardare dall’alto i biancoazzurri…..

2 pensieri riguardo “SPAL: come al solito Butelli scherza col fuoco

  • 11/07/2012 in 18:53
    Permalink

    con tutti i guai che ha la Spal la preoccupazione di Sovrani è quella di vedere la Giacomense che guarda la Spal dall’alto….Sovrani non cambierai mai; quando riuscirai a capire che la Giacomense è una risorsa della provincia anzichè un nemico?

    Rispondi
  • 12/07/2012 in 0:46
    Permalink

    basta tirare in ballo la Giacomense!!!!!! si vede che Sovrani non conosce questa società manco si prende la briga di parlarne durante tutto il suo percorso sportivo e poi quando lo fa è solo per dire queste sciocchezze…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *