SPAL: Zamuner ha individuato gli obiettivi in entrata, ma prima dovrà vendere

Le indicazioni di oggi fanno ipotizzare una squadra in grado di partecipare alla corsa per i play-off

Giorgio Zamuner potrebbe essere a buon punto nell’opera di costruzione della squadra. Il “Direttore” ha già infatti individuato, potremo dire anche opzionato, i giocatori da affiancare al gruppo di quelli che paiono avviati verso la conferma. Facciamo il punto, partendo da un’ipotetica formazione base, schierandola con il 4-3-3 su cui dovrebbe puntare Pasquale Marino, con in maiuscolo gli elementi a oggi in forza ad altre società: CARNESECCHI; Dickmann, Vicari, Salamon, SALA; CAVION, BRUGMAN, KRAGL; Di Francesco, Paloschi, D’Alessandro. Un ulteriore obiettivo, per l’ipotetico undici titolare, dovrebbe essere quello di un difensore centrale. A questo gruppo di dodici elementi andrebbero aggiunti Floccari, Strefezza, Esposito e Missiroli, il secondo e l terzo portiere. Da valutare le posizioni di Mazzocco e Jankovic e qualche possibile altro innesto come quello di Sorretta. Numericamente non si profilerebbero particolari difficoltà, visto che gli “over”, ovvero i nati prima dell’1 gennaio 1997, che non possono essere più di diciotto, oggi sarebbero Dickmann, Salamon, Cavion, Brugman, Krankl, Di Francesco, Paloschi, D’Alessandro, Missiroli, a cui potrebbero aggiungersi Mazzocco e Jankovic. Da questo gruppo vanno esclusi Floccari e Vicari, i così detti “giocatori bandiera”, ovvero quelli che hanno vestito almeno per quattro campionati la maglia della squadra in cui militeranno anche nella stagione a venire. La rosa sarebbe poi completata dai giovani Tunjov, Horvat, Iskra, Cuellar, Kryeziu. Visto che pare che per i “nuovi” sarebbero già state gettate basi solide per chiudere positivamente le trattative, al completamento del gruppo con cui lavorerà Marino, mancherebbe ben poco. C’è però uno scoglio da superare, costituito dalla necessità, prima di sottoscrivere i contratti di acquisto, di piazzare gli elementi che non rientrano, per un motivo o per l’altro, nei piani per la prossima stagione. Si parte da Bonifazi, Fares e Valoti, per i quali non sembrano mancare gli estimatori, per passare da Murgia e Berisha, che piacerebbe confermare, ma che non sembrano accettare di buon grado la discesa di categoria, per arrivare a Castro, Tomovic e Viviani, che non rientrano nei piani, ma per i quali non sarà impresa semplice trovare una collocazione. Anche se il mercato chiuderà a ottobre, dopo la seconda giornata di campionato, Zamuner cercherà di mettere nelle condizioni Marino di poter contare quanto prima su un gruppo che dovrebbe subire successivamente poche modifiche, almeno per quanto riguarda la struttura base che, se fosse quella che abbiamo ipotizzato, parrebbe poter far pensare ad una squadra in grado di prendere parte alla corsa per un posto in zona play-off.

One thought on “SPAL: Zamuner ha individuato gli obiettivi in entrata, ma prima dovrà vendere

  • 16/08/2020 in 20:51
    Permalink

    e questa sarebbe una spal imortante come profetizza mattioli??

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *