SPAL: con il Cosenza non si può sbagliare

La terza vittoria della gestione Venturato, che chiede più concretezza e meno ingenuità, necessaria per garantire un finale di stagione senza grandi apprensioni

La classifica dice tutto: 33 punti, +7 sull’Alessandria, +9 su Cosenza e Vicenza, solo un harakiri costringerebbe la Spal ai play-out. Fondamentale sarà fara risultato nella gara in programma martedì al Mazza con la squadra di Bisoli, anche se poi sarà opportuno tenere d’occhio il Lanerossi che, il giorno successivo ospiterà il Crotone che, come si ricorderà, arriverà a Ferrara per il lunch-match di Pasquetta, dopo che i biancoazzurri avranno affrontato il viaggio a Lecce, prima di un rush finale, tutt’altro che comodo, che proporrà le trasferte a Brescia e Benevento, inframezzate dal match interno con il Frosinone. “Ci aspetta -ha esordito Venturato alla vigilia del confronto con i Calabresi- una sfida simile a quella di Alessandria. Troveremo un avversario carico di motivazioni. Dovremo ripetere la prestazione sul piano del gioco di sabato, ma essere più concentrati in fase difensiva, dove è necessario limitare le ingenuità e più concreti sotto porta, anche se arrivarci significa che prosegue il nostro percorso di crescita”. -Al proposito momento difficile per Colombo- “Ha avuto due occasioni importanti per fare gol -non ha nascosto il tecnico della Spal- non segnare gli pesa, ma come prestazione mi ha soddisfatto. Ha lottato, lavorato per la squadra in modo propositivo. Opportuno avere pazienza, ritroverà la condizione di inizio stagione”. -Due partite in quattro giorni, possiamo attenderci molti avvicendamenti?- “Qualche novità è probabile -ha precisato Venturato-, finalmente l’infermeria va vuotandosi(out Rossi, Heidenreich e Zuculini ndr), anche Vicari è in buone cobndizioni, come Latte Lath, che ha caratteristiche adatte per mettere in difficoltà una squadra come il Cosenza, che dovremo limitare aggredendola. Obiettivo recuperare palla in avanti, evitando concedere la possibilità di verticalizzare. In attacco giocatori con il dinamismo e le qualità tecniche di Laura, Larrivey e Caso sono in grado di rendersi pericolosi”. -Tornando alla Spal, Mancosu e Viviani, usciti a metà ripresa a Alessandria, sono disponibili?- “In questi due giorni -ha prontamente risposto Venturato- ai sono allenati senza problemi. Sono a disposizione, ma per tutte le scelte, come sempre mi riservo di attendere le ore a ridosso della partita. Ancor più per una gara come quella con il Cosenza che potrebbe avere un peso fondamentale nell’economia del nostro campionato”.

Ipotizzabile vedere una Spal con Alfonso; Dickmann, Vicari, Capradossi, Tripaldelli; Da Riva, Viviani, Zanellato; Mancosu; Melchiorri, Vido. Il Cosenza, che in trasferta mai ha fatto bottino pieno, collezionando sei pareggi e dieci sconfitte, ma in piena corsa per giocarsi la salvezza nel play-out, potrebbe rispondere con Matosevic; Rigione, Camporese, Hristov; Di Pardo, Palmiero, Florenzi, Situm; Ndoj; Laura, Larrivey. Fischio di inizio alle ore 19.00, di Minelli della sezione di Varese. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.