SPAL: con il Pisa per proseguire la corsa. In arrivo il portiere Minelli

A caccia della sesta vittoria consecutiva, per legittimare le ambizioni di alta classifica. Tornano a disposizione Castro e Vicari

Il calendario offre alla Spal l’occasione per inanellare il sesto successo e assestarsi sempre più nei piano alti della classifica. Al Mazza arriva un Pisa che, sulla carta, pare alla portata. E’ la fragilità difensiva il tallone d’Achille dei toscani, che hanno subito 20 gol, peggior retroguardia del campionato, ma prima della sconfitta interna, 1 a 4, con il Cittadella, reduci dal successo sul campo della Reggina. Unica vittoria stagionale. “Si profila un mese con tanti impegni -ha esordito presentando la gara con i nerazzurri Pasquale Marino-, per noi sarà molto importante iniziare a recuperare i giocatori infortunati. Poter contare su varie alternative, con tante gare ravvicinate, è fondamentale. Siamo sulla strada giusta, ma ogni partita ha la sua storia. Il Pisa è squadra pericolosa, con un gran potenziale offensivo, considerando le qualità di Marconi, Masucci e Vido. Noi lo affronteremo con la nostra mentalità e il nostro modo di stare in campo. Non rientra nelle nostre abitudini modificare gli atteggiamenti, sia in fase difensiva che offensiva, in base alle caratteristiche degli avversari”. -Tanti infortuni muscolari…- “Situazione che non ha una spiegazione specifico -ha puntualizzato il tecnico spallino-, possono influire i primi freddi, ma sono dinamiche e muscoli diversi, da giocatore a giocatore. Problemi che emergono un pò in tutte le squadre”. -Capitolo formazione, tornano a disposizione Castro e Vicari, anche considerando l’infortunio di Dickmann, scalpita Strefezza. “La formazione -ha prontamente risposto Marino- non la comunico anticipatamente. Prima la devono sapere i giocatori, l’importante è vedere tutti sereni e smaniosi di mettersi in evidenza. Alla fine, quando, come in questo momento, arrivano i risultati, anche chi sta fuori è tranquillo”. -Avete indicazioni sulle condizioni di Berisha?- “I nostri medici, che sono direttamente in contatto -ha affermato Marino- ci hanno portato notizie confortanti. Il decorso procede senza particolari problemi, si tratta solo di far trascorre il tempo necessario in questi casi per completare il recupero. Possiamo dire di essere tranquilli”.
Perdurando le assenze di Berisha, Okoli, Ranieri e Viviani, alle quali si sono aggiunte quelle di Dickmann e Gomis, ipotizzabile vedere una Spal con Thiam; Tomovic, Salamon, Sernicola; D’Alessandro, Salvatore Esposito, Missiroli, Sala; Castro; Paloschi, Di Francesco. Tante assenze anche in casa Pisa, con D’Angelo che potrebbe passare alla retroguardia a tre, rinunciando per la prima volta a schierare quattro difensori. In questo caso Pisa con Perilli; Caracciolo, De Vitis, Pisano; Birindelli, Gucher, Marin, Mazzitelli, Lisi; Marconi, Vido. Dirigerà Riccardo Ros della sezione di Pordenone. Fischio di inizzio alle ore 14.00. Radiocronaca diretta su RadioInternational.
Nel frattempo pare essere vicino l’arrivo del portiere Stefano Minelli, 26 anni, ex Brescia e Padova, attualmente svincolato. Se ne era già parlato in estate. Evidentemente la società vuole cautelarsi dopo i problemi di salute di Berisha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *