SPAL -Venturato: “Cremonese favorita, ma con lo spirito della ripresa di Perugia…”

La mentalità dell’ultima partita arma importante per mettere in difficoltà la capolista. Ancora otto le assenze. Alessandria ko(0-3) a Terni, restano 7 i punti di vantaggio sulla zona play-out

La Spal torna al Mazza per affrontare la prima della classe, ma con uno spirito ben diverso da quello con cui era uscita dal suo stadio dopo il ko con l’Ascoli. Il secondo tempo di Perugia ha detto che alle lacune tecniche si può sopperire con forza di volontà e determinazione. La rimonta in inferiorità numerica e al cospetto di una squadra, specie si considerano le tante assenze, di valori tecnici superiori, dimostrano come nel calcio ogni pronostico può essere sovvertito. La prestazione del Curi dovrebbe aver garantito un bello scossone nell’autostima dei ragazzi di Venturato, che dalla loro hanno anche la tranquillità assicurata dai sette punti di vantaggio sulla zona play-out, dove orbitano avversari che marciano al passo di lumache. Peccato per le tante assenze con cui la Spal si presenterà al cospetto della capolista degli ex Castagnetti, Okoli e Sernicola. Venturato non potrà infatti ancora contare su Viviani, Mancosu, Vicari, Finotto, Rossi, Tripaldelli, Ellertsson, indisponibilità alle quali si aggiunge quella dello squalificato Colombo, che, come Alfonso e Vido, ha trascorsi in grigiorosso. “Partiamo dal secondo tempo di Perugia, ha esordito alla vigilia del confronto con squadra della sua città Venturato- atteggiamento importante, ma ho apprezzato anche quello dei primi 45’. Nella ripresa abbiamo aumentato l’intensità e la voglia di fare gioco anche in inferiorità numerica. Sono atteggiamenti che dobbiamo avere la capacità mettere in campo con la Cremonese, sotto il profilo mentale e del movimento fondamentali, specie nelle partite con le prime della classifica”. -Per Venturato una sorta di derby- “Logica la simpatia per la squadra della mia città -non ha nascosto l’allenatore biancoazzurro-, ma in questo momento devo solo pensare alla Spal. Troveremo un’avversaria che arriverà a Ferrara per vincere. Squadra ripartita come aveva concluso lo scorso campionato, che possiede tutte le carte in regola per giocarsi la promozione. Difficile, visto quanto è corta la classifica, poter dire oggi se centrerà l’obiettivo, ma, fino a questo punto della stagione, ha dimostrato di avere tutto quanto serve per poter lottare fino in fondo. Mi aspetto una partita in cui la Cremonese metterà in campo cattiveria e determinazione, doti che abbinate alle qualità tecniche e al talento di molti giocatori in organico, la indicano come favorita. Il finale della gara a Perugia ci ha però assicurato una carica che potrebbe risultare determinante per conquistare punti pesantissimi”. -Ancora tante assenze, compresa quella di Colombo- “Mi dispiace dover rinunciare al nostro attaccante. Ha commesso un’ingenuità, si è fatto prendere dalla troppa foga -ha sottolineato Venturato-, mi è però piaciuto il suo atteggiamento. Prima del doppio giallo, aveva recuperato, nella metà campo del Perugia, alcuni palloni che avevano portato a costruire azioni pericolose, come io chiedo a tutta la squadra. A tutto il gruppo hanno fatto molto piacere le sue scuse, arrivate via social. Il ragazzo ha dimostrato quanto tiene alla sua squadra. Peccato dover rinunciare al suo apporto, proprio quando stava tornando a esprimersi sui livelli tecnici e psicofisici di inizio stagione”. -A Perugia, nella ripresa, per cercare il pareggio, dopo l’inserimento di Peda, abbiamo visto una Spal con tre centrali, – “Una soluzione che ha dato buoni esiti -ha risposto Venturato-, non è la prima volta che chiedo alle mie squadre di adottare questo atteggiamento, ma di base prediligo la retroguardia a quattro”. -A proposito, scontato l’avvicendamento forzato di Colombo, prevedibili altre novità rispetto alla formazione scesa in campo all’inizio della gara di Perugia?- “A parte gli infortunati, che sono quelli assenti anche al Curi -ha precisato l’allenatore della Spal-, tutti i ragazzi stanno bene e, durante gli allenamenti di questi giorni, hanno dimostrato di aver recuperato, nonostante il grande dispendio di energie della partita di mercoledì. Le scelte definitive, come mia abitudine, le prenderò solo nelle vicinanze della gara”.
Ipotizzabile vedere la Spal iniziare la gara, che precederà la sosta e la trasferta di Alessandria, con Alfonso; Dickmann, Capradossi, Meccariello, Celia; Da Riva, Zanellato, Pinato; Crociata, Melchiorri, Vido. Pecchia, che dovrà rinunciare a Di Carmine e Valzania squalificati e all’infortunato Valeri, potrebbe rispondere con Carnesecchi; Csasola, Bianchetti, Okoli, Sernicola; Castagnetti, Fagioli; Zanimacchia, Gaetano, Buonaiuto; Ciofani. Dirigerà Luca Pairetto, della sezione di Nichelino. Fischio di inizio alle ore 16.15. Radiocronaca su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.