SPAL: Djourou(3) e Petagna(37) pronti al massimo impegno ***VIDEO***

Presentati i nuovi biancoazzurri, con grande soddisfazione della società


E’ toccato a Simone Colombarini presentare Johan Djourou e Andrea Petagna., che indosserannop le maglie 3 e 37. “Come due anni fa, quando presentammo Antenucci -ha affermato il patron della Spal- sono le sale del castello ad ospitarci, speriamo ci portino bene, come allora. Per noi molto significativo che giocatori con il loro palmares abbiano accettato la nostra proposta”. Davide Vagnati ha esordito “Doveroso, non per sminuire gli altri ragazzi, trovarci in una sede così prestigiosa. Petagna, che ho avuto modo conoscere in questi ultimi mesi, mi ha dimostrato che, score a parte, è uomo utile e che crede tantissimo nel nostro progetto. So che darà il massimo. Per quanto riguarda “il gigante buono”, così ho soprannominato Djourou -ha proseguito Vagnati-, portarlo nella nostra realtà, visti i suoi trascorsi con esperienze internazionali, è un grande vanto per la nostra società, che evidentemente vede costantemenete crescere la sua credibilità, anche all’estero. Il fatto di aver accettato il contratto per una sola stagione, è indicativo di quello che sarà il suo impegno le sue motivazioni.”. Poi Petagna: “Il mio procuratore mi ha presentato il programma della Spal e, in 24 ore, ho preso la decisione. Ho poi avuto modo di apprezzare, quando ho giocato a Ferrara, il calore dei tifosi, una curva meravigliosa. Poi mio nonno, fin da piccolo mi ha fatto tifare Spal”. -Dove deve crescere Petagna?- “Sono giovane e ho ampi margini di miglioramento. Già in questi primi giorni, in questo gruppo giovane, grazie agli insegnamenti del mio nuovo allenatore, ho potuto capire di poter centrare questo obiettivo. E devo evitare di abbattermi, come qualche volta mi è successo, quando arrivano i momenti difficili”. -Tatticamente?- “Non ho problemi di moduli, diciamo, che giocando, come potrebbe essere alla Spal, in posizione più centrale, potrei realizzare qualche gol in più”. Poi Djourou: “Determinante nella mia scelta la convinzione con cui la dirigenza mi ha cercato. Sono smanioso di provare questa nuova esperienza, da piccolo ero tifoso del Milan e quindi sono affascinato dalla possibilità di confrontarmi con il campionato italiano, dove ci sono tante sfide affascinati. Nell’Arsenal ho trovato compagni che sono stati, oltre che Wenger, importanti nella mia crescita, specie per capire come rapportarmi con i giovani. Poi viste le mie origini, quando ne ho la possibilità cerco di mettermi a disposzione di chi ne ha bisogno. Tengo tantissimo a questo.”. -La Spal in difesa gioca con tre centrali…- “Per me -ha sottolineato Djourou- non ci sono problemi, che si giochi a tre o a quattro, anche per quanto riguarda il posizionamento. Indifferentemente al centro, a destra o a sinistra”. In serata Djourou, Petagna e i loro nuovi compagni di squadra sono saliti ad Auronzo di Cadore, dove sabato alle 17.00 è un programma l’ormai tradizionale amichevole con la Lazio. Semplici non potrà contare su Milinkovic Savic, Floccari e Fares. Non dovebbero prendere parte al test anche proprio Djourou e Cionek, appena rientrati dklle vacanze, dopo il Mondiale. Sul fronte mercato Konate potrebbe emigrare negli USA, a Cincinnati. Sempre in corso la trattativa con il Napoli per Graassi, ma Vagnati cerca alternative ed al proposito si fanno i nomi dei torinisti Aqua e Obi. Nel frattempo prolungamento del contratto per Filippo Costa, fino al 30 giugno 2021. A breve dovrebbe estendere il suo accordo con la Spal anche Francesco Vicari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *