SPAL: fallimento no, penalizzazione si

Butelli si presenterà all’udienza fissata domani in tribunale con discreti elementi per evitare decisioni drastiche da parte del Giudice, ma non ha provveduto a versare emolumenti, irpef ed enpals, dei tesserati fino al 31 marzo, come prevedono le normative della FIGC. Preso atto di ciò la Federazione deferirà la Spal che quindi anche il prossimo campionato partirà con un segno meno in classifica.

Da quantificare l’entità della penalizzazione, minimo due punti, che potrebbe aumentare qualora venga riconosciuta la recidività. I timori  e gli interrogativi però non si fermano qui, perchè è lecito chiedersi come potranno essere rispettate le scadenze difine  giugno, che prevedono per le società di Legapro la certificazione degli avvenuti versamenti di stipendi, contributi ed oneri dei tesserati  a tutto il 30 aprile, oltre al versamento della fidejussione.

Se a ciò si aggiunge che dall’1 luglio, quando inizierà la nuova stagione sportiva, si dovrà provvedere alle spese quotidiane lecito non vedere profilarsi un orizzonte limpido e sereno per i colori biancoazzurri. Sembra che Butelli vada verso la cessione dei crediti del fotovoltaico alla Finanziaria Il Gioiello, l’unica che pare, dopo i noti tentativi su altri fronti, sia disponibile a sottoscrivere l’intesa, per un’operazione che probabilmente finirebbe con il portare nella casse sociali spalline risorse notevolmente inferiori alle speranze di Butelli e al fabbisogno per il risanamento del bilancio.

Giorni quindi di enormi preoccupazioni, specie se Arslab, unica ancora di salvezza per la Spal, non riuscirà a scaldare gli  animi degli imprenditori ferraresi. Restano pochi giorni a disposizione, le scadenze di giugno sono vicinissime e ancora una volte, con questa gestione, ci si ritrova a parlare di ipotesi, promesse e speranze non suffragate dai fatti. In questo desolante panorama c’è per fortuna la nota lieta dell’impegno di chi va in campo e quotidianamente presta la sua opera a supporto della squadra, costretta ancora a lottare, nonostante il suo obiettivo lo abbia centrato, nonostante le mille traversie ogni giorno affrontate. Tutto ancora fermo per quanto riguarda il TNAS, deve ancora essere nominato il Collegio Giudicante. Il rischio che le sentenze arrivino a spareggi in corso inizia a farsi concreto. Dal campo: eccezione fatta per Mendy, tutto il gruppo si è regolarmente allenato. Pavia-Spal sarà diretta da Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli. 31 anni, alla quarta stagione in CANPRO. Ha diretto 38 gare in 1a divisione, 25 in 2a(30/1, 20/x, 13/2, 21 rigori, 18 espulsioni). Precedenti: Pescara-Spal(09/10) 1-0, Carpi-Spal(11/12) 1-0.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *