Spal guai sottovalutare il Savona(video Semplici) Con il Santarcangelo sabato alle 20.30

Sarebbe un grosso rischio

Prima trasferta per Maurizio Braghin, tecnico del Savona
Prima trasferta per Maurizio Braghin, tecnico del Savona
Se si guarda la classifica, Spal punti 58, Savona 11, anche se in realtà quelli concquistati sul campo sono 25, non dovrebbero esserci dubbi sull’esito del confronto tra la formazione ferrarese e quella ligure. Il calcio però spesso riserva sorprese, per cui, già pochi minuti dopo la conclusione della vittoriosa gara di Carrara, Semplici ha iniziato a tenere alta l’attenzione dei suoi in vista del turno prepasquale. Tutti sulla corda e probabilmente sarà così fino all’ultimo, viste le tante opzioni su cui può contare il tecnico spallino. Le uniche certezze riguardano la difesa dove, considerato l’infortunio di Gasparetto e la chiamata in Azzurro di Ceccaroni, si prevede il rientro di Cottafava, che avrà ai fianchi Silvestri e Giani, parsi in ottime condizioni a Carrara. Tra i pali Contini pare in vantaggio su Branduani. A destra, scontata la squalifica, si presume il ritorno di Lazzari, ma non è del tutto da escludere la conferma di Posocco, sul fronte opposto ovviamente ci sarà Mora. Tanti invece gli interrogativi a centrocampo ed in attacco. L’unico ad avere il posto garantito è Castagnetti. Gentile, De Vitis, Schiavon e Di Quinzio sono in corsa per le altre due maglie, visto che Spighi è alle prese con una contusione rimediata a Carrara. In attacco meriterebbe la conferma la coppia Cellini-Zigoni, ma, considerati gli impegni ravvicinati, anche Grassi e Finotto hanno qualche chance. Potrebbero giocare Contini; Lazzari, Silvestri, Cottafava, Giani, Mora; Gentile, Castagnetti, Di Quinzio; Zigoni, Cellini. Tanti gli interrogativi pure in per Braghin, che ha debuttato sabato sulla panchina ligure, dopo l’esonero di Riolfo, con una sconfitta, 2 a 1, in casa con il Tuttocuoio e non potrà contare sul trequartista Palombo, bloccato per un turno dal giudice sportivo e sul bomber Virdis, infortunato come Carta e Morra. Difficile anche l’impiego del portiere Falcone, in Polonia con Ceccaroni. Non è da escludere un cambio di modulo. Braghin potrebbe schierare una squadra più prudente, senza trequartista, alle spalle delle punte Cocuzza e Dell’Agnello e l’ex Lebran a guidare la difesa a cinque. L’undici inizile potrebbe essere Cincilla; Placido, Cabeccia, Lebran, Rossini, Vannucci; Lulli, Taddei, Pasqualini; Cocuzza, Dell’Agnello. Quella di Ferrara, visti i nove punti da recuperare sulla Lupa Roma, potrebbe essere l’ultima chance a disposizione del Savona per evitare di accantonare con largo anticipo le speranze di evitare la retrocessione diretta. Intuibile quindi con quanta determinazione l’altra vecchia conoscenza Cabeccia e compagni affronteranno la capolista, che non dovrà preoccuparsi dei problemi altrui, ma proseguire sulla sua strada, per regalare un’altra soddisfazione ai tifosi che, visto l’andamento delle prevendite, stanno confermando di voler assicurare a Giani e compagni il meritato sostegno, in un momento della stagione, con alle viste anche la trasferta di Pisa, che potrebbe rivelarsi decisivo. Fischio di inizio alle ore 18.00 di Maggioni di Lecco, telecronaca registrata, ore 21.30, sui canali di Telestense. Nel frattempo la Lega ha comunicato che SPAL-Santarcangelo si giocherà sabato 9 aprile, inizio ore 20.30.

Intervista Leonardo Semplici
[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/sfondo.jpeg”]rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/fe_20160323_140637_trim-a4e291b9-aa01-4286-846b-eba50106aca6.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.