SPAL: incontro Masieri-Pelliccioni

Incontro conviviale in un ristorante di Porto Corsini al quale, tra gli altri, hanno partecipato Luciano Masieri e Oreste Pelliccioni. L’assessore allo sport ha dichiarato di essere rimasto favorevolmente impressionato dai progetti illustrati dall’ex dirigente del Ravenna, reputando anche oltremodo interessante e congrua l’offerta presentata dal gruppo romagnolo all’attuale proprietà della Spal. Masieri oltre non si è voluto e potuto spingere, sottolineando come l’Aministrazione non possa avere alcun ruolo nelle trattative tra aziende private. Nel frattempo, mentre è arrivata la prevista bocciatura della Covisoc, la sensazione è che Butelli stia sempre cercando di reperire le risorse per sanare, entro lunedì, la posizione, come prevedono le norme della Federazione, al fine di ottenere l’iscrizione della Spal alla Lega Pro, con l’obiettivo di utilizzare il prossimo anno per completare tutte le operazioni di suo interesse patrimoniale ed eventualmente trovare acquirenti, lasciando in ultimo piano l’aspetto sportivo. Ovviamente l’alternativa è sempre costituita da Pelliccioni e soci. Pozzi è a Milano, per il mercato, dove assicura, a chi lo interpella in merito, che la società biancoazzurra sarà regolarmenete iscritta. Mentre per la Spal è tutto in alto mare, più che mai tranquilla la situazione in casa Giacomense. I grigiorossi inizieranno la preparazione lunedì, con sedute quotidiane a Portomaggiore, fino al 14 agosto. Domenica 5 agosto, ore 17.00, a Sestola, amichevole con il Bologna. Nel frattempo il presidente Mattioli attende di conoscere le decisioni della FIGC in merito agli organici della Legapro e la composizione dei gironi, dopo le quali, concorderà con il DS Vagnati le ultime mosse di mercato. Si ipotizza anche, qualora la Spal venga esclusa dal calcio professionistico, che la Giacomense possa spostarsi dal Bellini al Mazza. La Legapro ha comunicato che i calendari di sua competenza saranno comunicati presso la sua sede di Firenze giovedì 9 agosto, alle ore 11.00.

2 pensieri riguardo “SPAL: incontro Masieri-Pelliccioni

  • 12/07/2012 in 14:00
    Permalink

    nn sono s’accordo con l’assessore in altre realtà gli amministratori pubblici avrebbero fatto graosse pressioni affinche avvenga il passaggio, in fin dei conti questa situazione lede parecchio anche l’immagine della città e della sua amm. Pubblica, è un dovere x un sindaco ed assessori la salvaguardia della città, dei cittadini ed il suo patrimonio, la spal è un patrimonio della città

    Rispondi
  • 12/07/2012 in 15:04
    Permalink

    In un’altra città, soggetti così sarebbero stati già da molto tempo allontanati. Poi: il fotovoltaico doveva essere della Spal, non nelle disponibilità del propietario: qualcuno dovrà spiegare. Rimane il fatto che è incredibile che la Guardia di Finanza non si sia ancora mossa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *