SPAL: infermeria affollata

 

E Strefezza è squalificato, tanti dubbi in vista del Cittadella


Seconda seduta di allenamento guidata da Massimo Rastelli. Tanti i problemi per il nuovo allenatore della Spal, in vista della gara in programma sabato alle 18.00 al Mazza con il Cittadella. Non sarà disponibile Strefezza, bloccato per un turno dal Giudice Sportivo. Certe le assenze di Asencio, Di Francesco e Paloschi. L’attaccante spagnolo ha riportato nel corso della gara a Pisa un trauma distorsivo alla caviglia sinistra, con edema spongioso osseo. Sono comunque escluse fratture. Difficile, in questo momento, prevedere i tempi di recupero. Certamente non saranno brevissimi. Terapie e allenamenti ridotti per Paloschi e Di Francesco, da escludere la loro disponibilità sabato. Lavoro differenziato anche per Valoti e Tomovic. Staff al lavoro con l’obiettivo di metterli in sesto per il Cittadella. Discorso simile per Sala, alle prese con una contusione ad un polpaccio, riportata nel corso della gara di Pisa. Difficile quindi in questo momento anche solo tentare di abbozzare quello che potrà essere l’undici che Rastelli schiererà il giorno del suo debutto sulla panchina biancoazzurra. Le scelte saranno condizionate dalla situazione dell’infermeria. Il risvolto positivo è dato dal fatto che, dopo la gara con il Cittadella, è prevista un pausa, con il successivo impegno fissato per la Spal venerdì 2 aprile, a Verona, con il Chievo.

Un pensiero su “SPAL: infermeria affollata

  • 17/03/2021 in 18:22
    Permalink

    Uno dei due dl disastro Spal è stato esonerato, speriamo che anche il secondo responsabile del disastro Spal ovvero Zamuner venga al più presto esonerato. Hanno rovinato la Spal. Ad inizio campionato un giornalista sportivo si domandava come aveva fatto la Spal a prendere sia Marno che Zamuner per voler tornare in serie A, visto i disastri combinati dai due nei loro precedenti incarichi.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *