SPAL: con la Lazio a caccia dei primi punti, probabile esordio per Letica e Reca

Impresa difficile, ma non impossibile, Semplici ci crede e chiede il sostegno di tutto l’ambiente. La Primavera supera 2-1 il Brescia


Il pronostico è dalla parte della formazione di Simone Inzaghi, ma in casa Spal, anche memori del successo della stagione passata, c’è la convinzione di poter finalmente muovere la classifica. “Siamo ben coscienti del valore del nostro avversario -ha esordito Semplici presentando la sfida con la Lazio- dopo Juventus, Inter e Lazio la miglior squadra del campionato. Sono contento perché finalmente si è chiuso il mercato. Stiamo lavorando e trovando nuovi equilibri, che cresceranno attraverso allenamenti e partite. Mi sono divertito leggendo e ascoltando consigli sui moduli. Starà a noi mettere tutti d’accordo. Non è il modulo che determina il risultato ma determinazione e voglia che i ragazzi hanno, cresciuta grazie ai tanti che ci danno per spacciati. Anche i processi a cui siamo stati ultimamente sottoposti ci hanno dato ulteriori stimoli”. Non proprio tutti si sono lamentati- “Al proposito -ha voluto puntualizzare il tecnico della Spal- desidero ringraziare la “Curva” per l’attestato di stima che ci ha fatto pervenire in settimana. Sappiamo quanto è risultato importante l’apporto di tutte le componenti in questi anni, anche quando, in certi momenti, sono arrivate critiche, pure giustificate. Dobbiamo però restare tutti uniti, per salvaguardare lo straordinario patrimonio della serie A”. -Si parlava di mercato, dei nuovi arrivi chi vedremo in campo con la Lazio?- “Stiamo valutando le condizioni atletiche di tutti. E’ doveroso considerare che servirà tempo per apprendere i meccanismi di squadra. Per la formazione vedremo anche tenendo conto di come alcuni ragazzi sono rientrati dagli impegni con le loro Nazionali. Potrebbe esserci l’esordio di Letica. Solo qualche ora prima della gara sapremo infatti se potremo contare su Berisha”. -Murgia e Paloschi?- “Il centrocampista -ha precisato Semplici- è rimasto a riposo, anche dopo i tanti impegni della scorsa stagione(campionato e Europeo Under 21 ndr), ma per noi è un giocatore molto importante, sul quale puntiamo e potrebbe rientrare, ma per scelte tecniche, non perché è un ex. Paloschi lo conosciamo bene, sappiamo l’apporto che potrà garantire. Noi dovremo metterlo nelle migliori condizioni possibili per sfruttare il suo fiuto del gol e lui dovrà essere più partecipe al gioco del collettivo”. -Contromisure per fermare Lazzari?- “Spero che Manuel senta l’emozione nel tornare nel suo stadio e l’affetto con cui sarà accolto dai suoi ex tifosi e dalla partita successiva confermi tutte le sue grandi qualità. Ma non ci dovremo concentrare su un solo giocatore, per mettere in difficoltà la Lazio -ha sottolineato Semplici- servirà grande attenzione in tutte le zone del campo. Dobbiamo crescere specialmente nella fase di non possesso, è quella in cui siamo stati maggiormente in difficoltà nelle prime due gare. Per una squadra che deve salvarsi è la più importante”.
Spal che quindi probabilmente si presenterà con Letica; Tomovic, Vicari, Felipe; D’Alessandro, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Di Francesco, Petagna. La Lazio, reduce dalla vittoria sul campo della Sampdoria e dal pareggio nel derby, dovrebbe schierarsi, considerate le indisponibilità degli infortunati Luiz Felipe e Lukako, con Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile. Fischio di inizio, alle ore 15.00, di Giampaolo Calvarese della sezione di Teramo, radiocronaca diretta su Radio International. Venduti 3.516 biglietti, di cui 1.473 per il settore ospiti. E in attesa di Spal-Lazio si registra il buon esordio della Primavera, che si è imposta 2 a 1 sul Brescia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *