SPAL: Le pagelle del campionato

BERISHA 7. Lui il suo compito lo svolge pienamente. Poche indecisioni, e tante volte protagonista in positivo

THIAM 6. Qualche incertezza, le volte che viene chiamato in causa.

OKOLI 6. Parte in fondo alle gerarchie, poi nel corso della stagione pur con qualche errore, si guadagna il posto da titolare.

TOMOVIC 5. Il buon inizio di stagione aveva illuso, poi torna sui livelli molto deludenti della scorsa stagione.

VICARI 5,5. Tanti infortuni gli hanno impedito di essere la guida di un reparto difensivo, troppe volte complessivamente deludente.

RANIERI 7. Ecco chi invece non ha deluso. Sicuramente il migliore e il più affidabile del pacchetto arretrato.

SERNICOLA 7. Jolly utilissimo. Positivo in ogni ruolo venga utilizzato.

DICKMANN 5,5. Molto meglio nel girone di andata rispetto ad un ritorno decisamente in flessione.

SALA 6.  Sufficiente nonostante non mantenga le buone promesse delle prime esibizioni.

ESPOSITO 6,5. Buon inizio, poi una flessione nel corso della stagione. Con il valore aggiunto di cinque reti, che non sono un bottino di poco conto per un centrocampista.

MISSIROLI 5,5. In questa categoria da lui era lecito attendersi molto di più. Stagione con pochissimi acuti.

VALOTI 8. Si è dimostrato il valore aggiunto di questa Spal. Gol importanti che hanno tenuto a galla i biancazzurri, nei momenti difficili. Unico assieme a Berisha a dimostrare sul campo di valere la categoria superiore.

MURGIA 5. Non pervenuto. Dove è finito l’ottimo centrocampista della prima stagione di serie A? Ormai se ne sono perse definitivamente le tracce…

SEGRE 5,5. Ancora non ha espresso le qualità, che gli erano accreditate al suo approdo in biancazzurro.

MORA 6. Richiamato a gennaio per conferire quella personalità decisamennte mancante al gruppo; fa la sua parte.

STREFEZZA 6,5. Tra i più efficaci in zona offensiva. Probabilmente si destreggia meglio più accentrato dove può rendersi maggiormente pericoloso rispetto all’impiego originario da esterno.

DI FRANCESCO 5. Discorso analogo a quello fatto per Missiroli, da lui in questa categoria ci si attendeva ben altro contributo.

FLOCCARI 6. Alla soglia dei quaranta anni, gli tocca fare gli straordinari per le evidenti lacune del reparto offensivo.

PALOSCHI 5. Almeno la doppia cifra, in serie B sembrava alla sua portata. Invece ha offerto un contributo offensivo decisamente non in linea con le attese.

ASENCIO e TUMMINELLO n.g. Dovevano essere i rinforzi in attacco necessari per rimanere agganciati alle prime posizioni. Invece hanno portato un bottino complessivamente di zero gol in due. Arrivati entrambi a Ferrara trascinandosi precedenti seri infortuni, Asencio quando ha potuto ha dimostrato almeno determinazione, Tumminello non si è mai visto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *