SPAL: con il Lecce non si può sbagliare

Semplici vuole la reazione, riporta Di Francesco esterno e potrebbe giocare la carta Paloschi. Confermato il lungo stop per D’Alessandro

Arriva, in un momento delicato, il primo confronto diretto della stagione. In palio punti pesanti per la classifica e non solo. “Voglio – ha voluto puntualizzare Semplici alla vigilia del match con il Lecce- una reazione della mia squadra. Serve furore, intensità voglia di fare la partita, tutto quello che è mancata nel secondo tempo con il Sassuolo. Dovremo trovare maggior compattezza in tutti i reparti. Rispetto agli anni precedenti abbiamo cambiato molto e alcuni giocatori sono arrivati a campionato iniziato. Per trovare i necessari equilibri servono le partite, più che gli allenamenti”. -E ci si mettono di mezzo anche gli infortuni- “Non cerchiamo alibi, però, purtroppo, dopo Fares, per un lungo periodo dovremo rinunciare anche a D’Alessandro”. -Parco esterni ridotto all’osso. Ipotizzabile il ricorso al mercato svincolati e al cambio modulo?- “Di base sempre 3-5-2, ma come avete visto anche domenica siamo pronti a varianti in corso. -ha voluto ribadire il tecnico spallino-. In questo momento io sono completamente concentrato sul Lecce, altri discorsi sono di competenza della società, ma non penso ci saranno nuovi innesti. Poi non scordiamoci che Di Francesco lo abbiamo portato a Ferrara con l’intento di utilizzarlo sulle corsie”. -Quindi con il Lecce rivedremo l’ex Sassuolo come quinto e chi andrà a supportare Petagna?- “In attacco ho tante possibilità -ha tenuto precisare Semplici-, Paloschi, Floccari e Moncini sono tutti in ottime condizioni”. -Primo scontro diretto della stagione- “Non dobbiamo sottovalutare il Lecce -ha affermato, con il chiaro intento di mettere all’erta la sua truppa, Semplici-, molto temibile specie in trasferta, dove può giocare con maggior serenità, sfruttando un grande potenziale offensivo. Squadra cha ha dalla sua l’entusiasmo delle neopromosse e l’amalgama garantito dalla sintonia di un gruppo che lavora da tempo insieme, come noi due anni fa. Dovremo mettere in campo la stessa applicazione come dovessimo affrontare una big del campionato, sapendo di avere dalla nostra una tifoseria encomiabile. Ne abbiamo avuto un’ulteriore conferma domenica, quando, sotto 3 a 0, ha continuato ad incitarci. E’ stata l’unica cosa positiva in una giornata, per il resto tutta da dimenticare”.
Prevedibile, per cercare la seconda vittoria stagionale e mettere in chiaro la sua supremazia su 7na diretta rivale, che Semplici si affidi a Berisha; Cionek, Vicari, Felipe; Sala, Murgia, Missiroli, Kurtic, Di Francesco; Paloschi, Petagna. Liverani dovrebbe rispondere con Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Majer, Petriccione, Shakov; Falco, Mancosu, Babacar. Fischio di inizio dell’internazionale Rocchi, della sezione di Firenze, alle 21.00. Radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International. Venduti 3.864 biglietti, di cui 1.490 per il settore ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *