SPAL: leciti timori

Anche dopo il comunicato emesso dalla società i timori sul futuro spallino restano. Troppe volte in questi anni le promesse, pure ribadite a tutta forza con toni spesso accesi, non sono state mantenute, per riporre incondizionata fiducia nelle assicurazioni date da Butelli attraverso il sito biancoazzurro, anche perchè immediatamente sono arrivate precise affermazioni che smentiscono le dichiarazione del patron della Trasea. Ennesima, quindi, esternazione su cui fortermente dubitare. Come perciò guardare con fiducia alle prossime scadenze? Alla luce di tutto quanto viene a galla in queste ultime ore il timore che Butelli non disponga delle risorse necessarie per soddisfare i creditori o/e per rispettare gli adempimenti previsti da Lega e Federazione sono sempre maggiori, come dire che anche la fine della Spal 1907, se si deve condifdare solo sulle disponibilità dell’attuale proprietà, potrebbe essere molto vicina. Butelli ad inizio settimana tenterà di convincere i creditori ad accettare il dilazionamento dei pagamenti, pare con tempi molto prolungati(un sanno?), operazione che si profila disperata, anche perchè già arrivano voci fondate su risposte negative a questo tipo di opportunità da parte dei diretti interessati. Se Butelli non troverà le risorse, ipotesti che in questo momento appare non facile dal concretizzarsi, mercoledì il giudice Giusberti potrebbe trovarsi nelle condizioni di dover prendere una decisione molto amara per la Ferrara sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *