SPAL: martedì l’incontro con Semplici

Lo ha affermato il presidente Mattioli nel corso della presentazione del progetto TG Student Einaudi

Presentato il progetto di collaborazione tra l’Istituto Einaudi e Spal. Tre i filmati prodotti dagli allievi della classe V del professor Pietro Benedetti con tematiche riguardanti il restyling dello stadio, l’arrivo dei giocatori al Mazza e la comunicazione. “Per noi -ha affermato il presidente Walter Mattioli- un altro passo per entrare sempre più nel tessuto della città. Complimenti ai ragazzi per il lavoro svolto. A loro un gran in bocca al lupo per il futuro professionale che potrebbe portare anche ad inserimenti nelle nostre strutture di comunicazione”. Nell’occasione Mattioli non si è sottratto alle domande sui programmi in casa Spal, partendo dalla posizione di Semplici. “Con il mister abbiamo un rapporto squisito, tutti i giorni ci confrontiamo sulle problematiche che riguardano la squadra. -ha esordito il presidente della Spal- E’ stato lui a chiederci di affrontare i discorsi per il futuro al termine del campionato. L’appuntamento è fissato per martedì 28. Fino al 31 maggio abbiamo un’opzione per prolungare il suo contratto. Noi abbiamo piena fiducia in lui. In questi anni abbiamo avuto piccole discussioni, fatte più di stimoli che di critica. Penso che il nostro allenatore abbia fatto con noi un percorso importantissimo, ora forse vuole rifletterci. Difficile prevedere ciò che vuol fare. Giustamente vorrà conoscere i programmi della società prima di decidere se restare a Ferrara”. A proposito come intendete muovervi sul prossimo mercato?- “Abbiamo una proprietà che non pretende di rientrare. -ha puntualizzato Mattioli-. Obiettivo è migliorare, che non significa puntare a raggiungere squadre tipo Sampdoria o Torino che oggi ci precedono in classifica. Sogno irrealizzabile per una società con il nostro budget. Significa puntare ad anticipare ulteriormente le giornate per festeggiare la salvezza. Le varianti di mercato sono infinite. Fino ad oggi non abbiamo ricevuto richieste per nostri giocatori. Lo abbiamo detto più volte, non abbiamo alcun obbligo di cessioni. Nessuna necessità di far cassa, ma, al tempo stesso, non vogliamo precludere la strada a chi dovesse avere la possibilità di accasarsi in una squadra di alta classifica. Ci sono anche i ragazzi in prestito. Per Murgia abbiamo già parlato con Lazio, dovrebbe restare. Stiamo discutendo sulla possibile di ottenere il diritto di riscatto al termine del prossimo campionato. Per Bonifazi l’ultima parola spetta al Torino, ci proveremo, ma non sarà facile. Ora pensiamo al Milan. A me della della corsa Champions dei rossoneri frega niente. Interessa il nostro decimo posto. I miei ragazzi devono provare sfruttare l’occasione, ci spero molto. A fine gara, comunque vadano le cose negli ultimi 90’, festeggeremo una stagione oltremodo positiva. Non ci saranno palchi in campo, ma una semplice passerella e giro di campo di tutta la famiglia Spal, per un simbolico abbraccio con tutta la nostra tifoseria, componente fondamentale per gli inaspettati traguardi superati in questi anni meravigliosi”. E a proposito di Spal-Milan sono già 2.645 i biglietti venduti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *