SPAL – Meccariello: “Primo obiettivo serie positiva”

Presentato il primo acquisto. Occasione anche per chiarire le prossime di mercato. Pordenone-Spal domenica 6 febbraio, 16.15

Dopo il debutto in maglia biancoazzurra, è arrivato per Biagio Meccariello anche il giorno della sua presentazione. “E’ un giocatore -hanno sottolineato, esprimendo grande soddisfazione per il suo ingaggio, Massimo Tarantino e Giorgio Zamuner- che ha esperienza, qualità tecniche e personalità per migliorare il nostro reparto difensivo e ha avuto subito un eccellente approccio con il nostro ambiente”.
“Voglio ringraziare la dirigenza della Spal per l’opportunità che ha deciso di concedermi -ha esordito il difensore, che ha fatto l’esordio con la maglia biancoazzurra, nella gara con il Benevento, la squadra della sua città-, ho tanta voglia d rimettermi in gioco e sentirmi protagonista”. -I motivi dell’addio al Lecce, dove i tifosi hanno espresso un evidente rammarico per la cessione?- “Si è chiuso un ciclo -ha spiegato Meccariello-, come spesso capita nella vita. Non penso a una scelta tecnica. Discorso simile a quello di Mancosu, con il quale abbiamo conquistato una fantastica promozione in serie A”.-Ha avuto un ruolo l’ex capitano del Lecce nell’operazione?- “No -ha puntualizzato il primo innesto nell’organico della Spal nel mercato di riparazione-, con Marco ho parlato solo dopo aver raggiunto l’accordo con la mia nuova società, della quale mi ha poi parlato in modo molto positivo. Mi hanno convito i programmi che la dirigenza mi ha prospettato. Poi l’ambiente, l’entusiasmo che circonda la squadra. Ero il capitano della Ternana, il giorno della promozione in serie A, ricordo bene la gioia dei tifosi ferraresi, che mi hanno colpito quando ho giocato al Mazza da avversario”. -Alla Spal già da un paio di settimane, prime impressioni?- “Un gruppo di grandissima qualità -ha tenuto evidenziare Meccariello-, con tanta volontà di fare bene. Anche con il Benevento abbiamo fatto una buona partita, nonostante i problemi creati dal COVID, con cui praticamente tutto i miei nuovi compagni hanno dovuto confrontarsi. Il primo nostro obiettivo deve essere quello di centrare una serie di risultati positivi, sarebbe importantissimo per la nostra autostima e garantirci serenità. In questo momento inutile parlare di classifica. Un tema che affronteremo tra qualche settimana. La mia esperienza è tale da farmi ben sapere che in serie B può capitare di tutto”. -Se potesse scegliere dove si schiererebbe Meccariello?- “Come centrale, preferibilmente a sinistra-, anche se, dopo un inizio a centrocampo, prima del ruolo poi diventato abituale, ho giocato terzino. Come sempre -ha concluso l’ex difensore del Lecce-, sono a disposizione delle scelte del mio allenatore, al quale assicuro il massimo impegno “.

Con i Direttori Massimo Tarantino e Giorgio Zamuner l’occasione è stata propizia anche per fare il punto sul mercato. Confermato l’interesse per un portiere, anche se l’arrivo di Venturato e la prestazione di Thiam con il Benevento paiono aver aperto qualche interrogativo sulla necessità di nuovi innesti. Principali candidati restano sempre Brignoli e Belec. Sensazione è che alla fine uno dei due approderà in biancoazzurro. Di sicuro arriverà un interno di centrocampo. In cima alla lista dei desideri resta Proia. Il giocatore è però di proprietà del Vicenza che in estate ha sostenuto un forte sacrificio economico per prelevarlo dal Cittadella e non vuole fare regali. Se non sarà trovata l’intesa tra le due società, i “Direttori” assicurano aver pronta l’alternativa(Cavion?). Sempre di stretta attualità i sondaggi per un esterno destro, visto che Pabai, il giovane arrivato dal campionato olandese, non sembra ancora pronto per la serie B italiana. Ingaggio come investimento per il futuro. Per il vice Dickmann voci su Laurini(Parma) e Zortea(Salernitana). Per l’attacco nulla si di nuovo si profila all’orizzonte. Eventuali innesti solo in caso di partenze. I direttori hanno assicurato che eventuali cessioni, anche in altri ruoli, che si potranno concretizzare solo in caso di offerte “irrinunciabili”, saranno adeguatamente rimpiazzate con innesti di almeno pari valore. E al proposito tiene banco l’interesse del Torino per Seck, ma per questa come per altre situazioni prospettate negli ultimi giorni, non sono arrivate vere e proprie manifestazioni di interesse.
Sempre sul fronte parte partenze Spaltro e Piscopo vanno verso il Renate. Possibile cessione, con l’obiettivo di trovar maggior minutaggio, anche per D’Orazio e Ayoub.

Chiarimenti anche sulla separazione con Clotet, dovuta principalmente a divergenze di vedute su programmi e strategie future.

Nel frattempo la Lega Serie B ha comunicato che Pordenone-Spal, gara della seconda giornata del girone di ritorno, si giocherà domenica 6 febbraio, alle ore 16.15, a Lignano Sabbiadoro, stadio Guido Teghil.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.