SPAL: mercato chiuso senza scossoni

Va finalmente in archivio una campagna acquisti e cessioni che soddisfa tutti


Mercato chiuso senza sorprese. I movimenti delle ultimo giorno di riguardano la cessioni di Nador al Montevarchi e la rescissione di Pabai. Fabio Lupo ha operato una vera e propria rivoluzione, con una trentina di movimenti. Sono arrivati tredici giocatori e diciotto sono partiti, non considerando nei conteggi Di Francesco, rientrato dall’Empoli e poi accasatosi al Lecce e Rossi, che dovrebbe tornare in autunno. Il Direttore ha centrato un doppio obiettivo: migliorare il tasso tecnico dell’organico e abbassare il monte ingaggi, guadagnandosi la promozione a pieni voti. Analizzando, a uno a uno i reparti, si può dire che poco è cambiato in difesa. Partito Vicari, l’ago della bilancia potrebbe essere spostato dall’affidabilità di Varnier. Parliamo di quella fisica, perché quella tecnica non è in discussione. Poi resta la speranza che Tripaldelli torni a far vedere quanto di buono aveva mostrato in gioventù e non scordiamoci l’innesto di Arena. A centrocampo, anche se si è registrato l’addio a elementi del carisma e della qualità di Viviani e Mancosu, gli arrivi di Proia e Valzania, pupilli di Venturato, l’ingaggio di Maistro, fanno salire il tasso tecnico, in particolare, del gruppo di chi sarà chiamato a avvicendarsi con i titolari, vedi Murgia e Zanellato. Non sono seconde linee. Diciamo che nel settore nevralgico si può parlare di miglioramento complessivo. E se Esposito… Infine l’attacco: La Mantia e Moncini ce li siamo sognati per anni. Oltre a Finotto del quale sono noti pregi e difetti, buone indicazioni sono arrivate dalle prime uscite di Rabbi e Rauti. Tutto in attesa del ritorno di Pepito Rossi, che abbiamo visto la scorsa stagione come può ancora, seppur par-time, fare la differenza. Con questa rosa, l’anno scorso di questi tempi, avremmo potuto ipotizzare play-off ampiamente alla portata. Oggi, con gli investimenti della concorrenza, doveroso parlare di squadra da centro classifica,  sensazione che sappiamo, con gli equilibri della serie B, lascia aperte tutte le porte…

E, dopo i movimenti della campagna acquisti e cessioni, analizzando i vari organici della serie B, azzardiamo una griglia di valori e rispettivi obiettivi.
PROMOZIONE DIRETTA: Cagliari, Como, Genoa, Parma
PLAY-OFF: Benevento, Frosinone, Pisa, Reggina, Venezia
CENTRO CLASSIFICA: Ascoli, Bari, Brescia, Modena Palermo, Perugia, Spal, Ternana
ZONA RISCHIO: Cittadella, Cosenza, Sud Tirol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.