SPAL: Monza e mercato, due giorni di fuoco

Doppio impegno che potrebbe determinare il futuro. Out Floccari, Murgia non convocato, come Balotelli e D’alessandro nel Monza. Minelli ceduto al Perugia, per l’attacco spunta la candidatura di Asencio del Pescara

Due partite in poco più di ventiquattore ore per la Spal. Prima il Monza, poi la chiusura del mercato, tutto tra le 16.00 di domenica e le 20.00 di lunedì. Per evitare di veder pericolosamente allungarsi il distacco sarà assolutamente necessario far risultato con i brianzoli, mentre Zamuner dovrà regalare a Marino il centrocampista e soprattutto l’attaccante il cui innesto appare indispensabile per garantire alla rosa biancoazzurra il salto di qualità per poter cercare di contrastare il passo alle big. “In questo momento voglio solo pensare alla prossima partita -ha esordito Pasquale Marino, alla viglia del confronto con il Monza-, ritengo che una partita non possa condizionare l’intero campionato, anche considerando che è solo la prima del girone di ritorno. Sappiamo che avremo di fronte una delle migliori squadre della serie B, anzi due squadre, considerata la qualità dei ricambi su cui può contare in tutti i ruoli. Da parte nostra servirà massima concentrazione e intensità. Come sempre abbiamo studiato tutti i dettagli. Rispetto all’andata hanno modificato qualcosa, dal rombo sono passati al 4-3-3, con Boateng che spesso si accentra, scambiandosi la posizione con Frattesi”. -D’Alessandro potrebbe avere svelato qualche segreto- “Al giorno d’oggi ci sono tante possibilità per studiare gli avversari. Nulla si può più nascondere -ha risposto l’allenatore della Spal-, ma se fai i movimenti giusti e giocate di qualità è difficile trovare le contromisure”. -Formazione?- “Sapete essere mia abitudine -ha puntualizzato Marino- non dare indicazioni alla vigilia. Ancora una volta, come spesso verificato nel corso della stagione, abbiamo problemi in attacco. Di Francesco non ha ancora recuperato, Tumminello non è pronto. Non dobbiamo affrettare i tempi. Non ci sono più problemi per le ginocchia, ma quando si sta fermi per un lungo periodo, è necessario non mettere a repentaglio i muscoli. Ci mancherà anche Floccari, ha riportato una lesione tendine al polpaccio sinistro. Non cosa grave, ma salterà almeno due patite. Mora si è allenato con continuità, mentre non sarà convocato Murgia(l’ipotesi delle scambio con Petriccione, che tecnicamente sarebbe un affare per la Spal, è concreta ndr)”. -E Brignola del quale si ipotizza un rientro al Sassuolo?- “Farà parte del gruppo -ha precisato il tecnico spallino- si è allenato regolarmente. Sono comunque sereno, perché nel corso della stagione, tante volte abbiamo avuto problemi di organico, ma sempre disputato buone gare. Lunedì finalmente si chiuderà il mercato, la società è a conoscenza delle necessità. E’ al lavoro. Qualche giocatore arriverà, dovrà essere di qualità, ma in questo momento pensiamo solo al Monza”. Superfluo ribadire i concetti ultimamente espressi: per inserirsi d’autorità nella corsa promozione molto utile l’arrivo di un centrocampista, indispensabile quello di un attaccante. Ma per sperare di centrare l’obiettivo servono elementi di primo piano.
Prevedibile che Marino stia pensando ad una Spal con Berisha;Tomovics, Vicari, Ranieri; Dickmann, Missiroli, Esposito, Sala; Strefezza, Valoti; Paloschi. Anche per Brocchi non si profilano sostanziali novità rispetto all’ultima uscita del Monza, reduce dal successo a Brescia, che dovrebbe presentarsi al Mazza con Diaw in panchina, mentre Balotelli e D’Alessandro non sono stati convocati, e inizialmente in campo con Di Gregorio; Donati, Bellusci, Bettella, Carlos Augusto; Frattesi, Bareberis, Barillà; Boateng, Gytkiaer, Mota Carvalho. Gara diretta da Livio Marinelli della sezione di Tivoli. Fischio di inizio alle ore 16.00. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *