SPAL: nella tana della Juve a viso aperto

Per Semplici sarebbe troppo rischioso chiudersi in difesa

Per la Spal inizia un mese di fuoco: trasferta sul campo della Juventus, quindi gli scontri diretti, al Mazza con Empoli e Chievo e a Marassi con il Genoa: “Affrontiamo una squadra di grandissimo valore – ha voluto ribadire alla vigilia della trasferta a Torino Leonardo Semplici- vogliamo però dimostrare le nostre qualità. Ci attende una partita che ci dovrà dare forza, non togliere energie. E’ una gara in cui i giocatori non hanno necessità di essere stimolati, in uno stadio magnifico, al cospetto di un avversario zeppo di fuoriclasse”. -Che Spal ci si può attendere?- “Dobbiamo proporre il nostro gioco, sarebbe quasi impossibile far risultato mettendoci tutti dietro la linea della palla. Squadra corta, ma con l’obiettivo di non farci schiacciare in area, anche se dovremo cercare di limitare al massimo i grandi campioni che fanno parte della rosa della Juve. Sarà indispensabile ridurre spazi e rifornimenti a Ronaldo e soci. Dovrà essere un confronto da cui, indipendentemente dal risultato, ricavare convinzione ed autostima per le successive tre gare che ritengo importanti, se non determinanti, per l’economia complessiva del nostro campionato”. -Formazione?- “A parte Vicari -ha precisato Semplici- il gruppo è disponibile al completo. Decideremo nelle prossime ore il suo sostituto. Abbiamo varie soluzioni, come in regia dove posso scegliere tra Schiattarella e Valdifiori e a sinistra con Fares che ha recuperato, dopo il problema accusato con la sua Nazionale. In porta -ha voluto puntualizzare il tecnico spallino- giocherà Gomis, è lui il titolare”. Sembrano quindi in rialzo le quotazioni dell’esterno algerino, che si gioca il posto con Costa, mentre in difesa paiono abbassarsi quelle di Djourou, che anche in settimana non si è allenato con continuità. Quindi, per completare il reparto arretrato ballottaggio Simic-Bonifazi. Spal che potrebbe presentarsi al cospetto dei Campioni d’Italia con Gomis; Cionek, Felipe, Simic; Lazzari, Kurtic, Schiattarella, Missiroli, Fares; Petagna, Antenucci. Max Allegri, che non potrà contrare su Emre Can, Bernardeschi e Khedira e dovrà centellinare le forze in vista dell’impegno di Champions di mercoledì con il Valencia, dovrebbe affidarsi a Perin; De Sciglio, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Cuadrado, Pjanic, Bentancour, Douglas Costa; Mandzukic, Cristiano Ronaldo. Fischio di inizio alle ore 18.00, di Federico La Penna della sezione di Roma1. Radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International. 1.863 i biglietti venduti per la gara di Torino, 645 quelli per il confronto interno con l’Empoli in calendario sabato 1 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *