SPAL: non sottovalutare la Reggiana

Ma, per confermare le ambizioni di alta classifica, doveroso inseguire la vittoria. Castro non convocato, è in partenza

Dopo il successo di Frosinone e l’impresa in Coppa con il Sassuolo la Spal è chiamata a ripetersi nel derby con la Reggiana. Visto il difficile momento che sta attraversando la formazione di Alvini, che nelle ultime sei giornate ha conquistato solo un punto ed è a digiuno di gol da oltre cinquecento minuti, sembrano esistere tutti i presupposti per centrare l’obiettivo. “Sarebbe un errore pensare che possa essere tutto facile -ha esordito Pasquale Marino, presentando il confronto con la Regia- sappiamo tutti come è andata ad Ascoli.. Non possiamo farci condizionare da risultati dei nostri avversari.Noi siamo squadra di qualità, ma dobbiamo essere sempre concentrati. La Reggiana, tra nuovi acquisti, recupero di qualche elemento e voglia di riscatto arriverà a Ferrara con tante possibilità di renderci dura la vita. Poi guardiano i risultati a sorpresa di tutte le settimane, a partire dalla nostra sconfitta a Ascoli. Il ko interno del Lecce con il Pisa, il pareggio del Monza con il Cosenza, tanto per citarne alcuni. tutte settimane risultati che paiono scontati, vedi noi Ascoli, Cosenza a Monza, Lecce ko in casa con il Pisa, tanto per citarne alcuni. Non dobbiamo calare l’intensità e curare dettagli, così facendo ce la possiamo giocare con tutti”. -Mercato in fermento, sono partiti Salamon, Sebastiano Esposito e Jankovic. Voci di cessione per Castro. Queste situazioni quanto possono condizionare le scelte sulla formazione?- “Non è giusto trattenere giocatori che faticano a trovare spazio e sono convinti di meritare maggior minutaggio. Tra Jankovic e Brignola abbiamo preferito tenere con noi l’ex giocatore del Sassuolo, anche perché è più giovane e nel ruolo abbiamo varie alternative. Castro non sarà convocato. Ne ho parlato anche con il ragazzo, che sta valutando varie offerte. Sono a conoscenza di come sta muovendosi la società e i posti rimasti vacanti saranno adeguatamente coperti. Venendo alla formazione non ho ancora fatto le scelte definitive. Non ci sarà Di Francesco infortunato, mentre avrò a disposizione Vicari e Paloschi”. -Tra l’altro ne gruppo si può dire ormai inserito d’autorità Seck, mentre si profila il recupero di Viviani- “Seck -ha sottolineato Marino- è giovane, ma, come Moro, quando è stato chiamato in causa, ha sempre assicurato un ottimo contributo.Cerchiamo di farlo crescere gradualmente. Viviani è sulla strada del recupero. E’ ancora a corto di condizione, potrà diventare utile nel corso della stagione, anche perché tra coppa e turni infrasettimanali, ci aspettano tante gare ravvicinate”.
Possibile quindi vedere una Spal con Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Sernicola, Esposito, Missiroli, Sala; Strefezza, Valoti; Floccari. Alvini, dei nuovi acquisti potrebbe gettare nella mischia Del Pinto, facendo partire Ardemagni dalla panchina, optando per Cerofolini; Gyamfi, Rozzio, Martinelli; Libutti, Del Pinto, Rossi, Radrezza, Lunetta; Mazzocchi, Kargbo. Fischio di inizio, fissato alle ore 21.00, di Antonio Giua della sezione di Olbia. Radiocronaca diretta su RadioInternational.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *