SPAL – NOVARA: le pagelle di Beppe

A Meret, Vicari e agli attaccanti i voti più alti

MERET 7. Un solo intervento, ma determinante. Quali scenari si sarebbero aperti se dopo due sconfitte la Spal fosse adatta all’intervallo in svantaggio? Fortunatamente il suo miracolo sul bolide di Casarini, cancella questa nefasta ipotesi.

GASPARETTO 6,5.Partita diligente senza errori evidenti, se si eccettua l’incomprensione con Castagnetti che rischia di libere un avversario per la conclusione da distanza ravvicinata. Bravo sulle palle aeree.

VICARI 7. Guida bene il reparto difensivo, sfiorando anche la rete di testa pochi istanti prima del rigore. Da applausi la chiusura su Sansone lanciato a rete.

GIANI 6,5. Fa la sua parte sul centrosinistra, di una retroguardia che complessivamente non ha dovuto fare gli straordinari per arginare un reparto offensivo del Novara tutt’altro che trascendentale. Bravo nel liberare in mischia nel finale in un’area intasatissima .

LAZZARI 6,5. Calderoni ha il suo stesso passo, con la conseguenza di riuscire a limitarne la consueta spinta. Bravo in fase di copertura, con un paio di apprezzabilissime diagonali da difensore puro.

COSTA 6,5. Due errori da matita rossa, come l’incredibile gol mangiato in completa solitudine nel finale, e l’errore in chiusura che consente a Dickmann di liberarsi al tiro che per fortuna non c’entra lo specchio della porta di Meret; e due perle come il traversone che mette il pallone sulla testa di Floccari nel primo tempo e quello perfetto per il raddoppio di Schiavon. In mezzo tanta corsa e determianzione su ogni pallone.

CASTAGNETTI 6. Buon inizio con precise geometrie e qualche bel lancio, poi con il passare dei minuti perde ingenuamente qualche pallone di troppo a centrocampo, e perde sicurezza. Nella ripresa molto presente in fase di copertura. Dopo il vantaggio esce per fare posto ad Arini più incline alla fase difensiva.

SCHIATTARELLA 6,5. Decisivo. Oltre a guadagnare il rigore con un’azione personale, e’ sempre presente nel vivo del gioco, giocando la solita quantità industriale di palloni. Esce stremato a metà ripresa accompagnato dall’ovazione di tutto lo stadio.

MORA 6. Altro combattente indomito, anche se meno lucido in farse propositiva rispetto ad altre occasioni. Avrebbe la palla buona ma la sua conclusione ravvicinata e neutralizzata da una prodezza di Da Costa.

ANTENUCCI 7. Perfetto nell’esecuzione del penalty che ha deciso de la partita. Svaria per tutto l’arco offensivo distribuendo con precisione il pallone su entrambe le corsie esterne. Sempre lucido nella giocata, come in occasione dei calibratissimo assist per Floccari nel primo tempo e soprattutto da applausi quello che menda in porta in completa solitudine Costa nella ripresa.

FLOCCARI 7. Assieme ad Antenucci compone un tandem offensivo che tiene in costante apprensione la difesa piemontese. Bravo anche a liberare i compagni per la conclusione, con in occasione del pregevole assist per Mora che liberato in solitudinee si vede ribattere la sfera dal portiere.

ARINI 6. Semplici pensa a lui quando nel finale bisogna stringere i denti in fase di copertura, e lui non delude le attese.

SILVESTRI 6. Gettato nella trincea difensiva nell’ultimo quarto d’ora, fa la sua parte senza commettere errori.

SCHIAVON 7. Entra al novantesimo, tocca un solo pallone e segna il gol del raddoppio, il resto è solo l’incontenibile festa sotto la curva ovest.

Un pensiero su “SPAL – NOVARA: le pagelle di Beppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *