SPAL – Parte il mercato di riparazione, primo arrivo Viviano

Tante operazioni nelle ultime stagioni, anche quest’anno attesi nuovi innesti

Con l’anno nuovo si apre ufficialmente il mercato di riparazione. Prevedibile in casa Spal, sia in entrata che in uscita, almeno un movimento per reparto. Il primo sarà quello relativo al portiere. Lunedì, alla ripresa degli allenamenti, Semplici potrebbe trovare Emiliano Viviano, innesto necessario visto che Milinkovic Savic non ha convinto, con Gomis che ha la necessità di avere al suo fianco una valida alternativa. Per il resto si vedrà, anche se il compito che attende Vagnati non è dei più semplici. Una cosa era infatti cercare rinforzi con la squadra in Lega Pro o in serie B, quando potevi indirizzare tuoi interessi verso giocatori nelle categorie superiori, tutta un’altra nel momento in cui ti ritrovi nella massima serie e non sei una società di fascia alta. Le opportunità sono veramente ridotte all’osso. Difficoltà con le quali devono comunque confrontarsi anche i colleghi del D.S. biancoazzurro. Resterebbe il mercato estero, ma anche in questo caso le incognite sono tantissime, compresi i tempi necessari per prendere confidenza con nuovi compagni e avversari sconosciuti. La Spal prevedibilmente seguirà la via degli scambi. Al proposito quello oggi più chiacchierato porterebbe Mariusz Stepinski ad imboccare la strada verso Ferrara con il percorso inverso per Paloschi, destinazione Chievo, da dove in biancazzurro piacerebbe prelevare anche Giaccherini. Per l’ex centrocampista di Juve e Napoli operazione che pare oggi più lontana rispetto a quella che porterebbe al ventitreenne attaccante polacco. Anche se Vagnati vorrebbe completare al più presto l’organico su cui Semplici dovrà contare per conquistare la seconda salvezza, non è da escludere che si debba pazientare per chiudere il capitolo arrivi e partenze, visto che la liste chiudono a fine gennaio, ovvero dopo i derby con Bologna e Parma, alla vigilia del match interno con il Torino. Nel frattempo riepiloghiamo gli innesti nei sessione invernale nei sei campionati della Spal di proprietà della famiglia Colombarini, con Walter Mattioli alla presidenza e la gestione tecnica affidata a Davide Vagnati, con il mercato di gennaio che ha spesso costituito una risorsa a cui affidarsi per centrare l’obbiettivo di partenza e sovente necessaria per riparare a qualche valutazione errata nel corso della sessione estiva. Nella stagione 2013/2014, a gennaio, arrivarono Arrigoni, Berretti, Falomi, Giani, Lebran, Sereni. Nel campionato successivo toccò a Cottafava, Gerbaudo, Nava, Pappaianni, Rovini, Zigoni. Solo ritocchi nelle ultime due stagioni. 2015/2016: Grassi, oltre a Schiavon da mesi a Ferrara, ma tesserabile solo da gennaio. 2016/2017: Costa, Floccari, Poluzzi. 2017/2018: Cionek, Dramè, Kurtic, Simic, Everton Luiz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *