SPAL: per lo stadio la Cassazione il 22 gennaio

Tempi lunghi, ma si spera nella strada societaria

La Cassazione ha fissato il 22 gennaio il giorno in cui esaminerà il ricorso presentato dai legali degli imputati avverso alla decisione di sequestro della gradinata e della Curva Est, in seguito all’esecuzione di lavori che non garantirebbero totale sicurezza. Tempi lunghi per quanto riguarda questa strada, che non è quella seguita dalla Società, che, come si ricorderà, si considera parte lesa. La Spal infatti ha deciso di procedere all’esecuzione dei lavori di messa a norma, richiesti dall’Ing. Carlo Pellegrino, perito nominato dal Tribunale di Ferrara. Per questo sono stati presentati i progetti con la speranza e l’obiettivo che il Mazza possa riaprire i cancelli agli appassionati di tutti i settori prima della fine dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *