SPAL – PERUGIA: 1-2 (18’pt Curado, 26’p.t. Mancosu, 41’s.t. De Luca rigore)

Pagate a caro prezzo le assenze di Viviani, Capradossi e Dickmann, oltre al rigore che Chichizola ha parato a Mancosu e la rete annullata per fuorigioco millimetrico a Peda. Il Perugia ha però creato molte più occasioni della Spal


SPAL: Seculin 6,5, Peda 6,5(31’s.t. Celia s.v.),Vicari 6,5,Coccolo 5,5,Tripaldelli 5,5; Crociata 6(23’s.t. Da Riva 5,5), Esposito 5,5, Mora 6,5; Mancosu 6; Colombo 5,5, Melchiorri 5,5(23’s.t. Pisopo 5,5). A disp. Pomini, Thiam, Ayoub, Zuculini, Ellertsson, Spaltro, Da Riva, Heidereich, Celia, Nador, D’Orazio, Piscopo. All. Clotet
PERUGIA: Chichizola; Rosi, Angella, Curado; Falzerano, Segre, Burrai, Lisi (25’s.t. Ferrarini); Santoro (19’s.t. Kouan); Matos, Murano (19’s.t. De Luca). A disp. Fulignati, Righetti, Gyabuaa, De Luca, Murgia, Ghion, Vanbaleghem, Bianchimano, Kouan, Ferrarini, Zanandrea, Sgarbi. All. Alvini
Arbitro: Zufferli di Udine

Un pensiero su “SPAL – PERUGIA: 1-2 (18’pt Curado, 26’p.t. Mancosu, 41’s.t. De Luca rigore)

  • 02/11/2021 in 20:13
    Permalink

    La Spal c’è.
    Ne sono convinto,questa squadra ha bisogno di qualche innesto,la perdita di Latte Lath e la mancanza di alternative in difesa,qui si pensa a Berardi,induce pensare che a Gennaio è necessario ricorrere al mercato.
    Però la qualità del gioco e mai un pallone giocato senza senso mi fa ben sperare,vedo idee precise e giocatori che danno tutto ciò che hanno in corpo,cosa che era da molto che non vedevamo a Ferrara,sin dall’ultimo anno di A.
    Quello che si paga oltre alle assenze è sicuramente la mancanza di esperienza,in più di una partita si è vista l’ingenuità o la poca lucidità nella gestione dentro la gara e l’avversario ne ha sempre approfittato,con scaltrezza e decisione
    La serie B è questa,per certi versi anche più difficile della A,ci sono aspetti che in cadetteria il giocatore deve avere certe caratteristiche sia tecniche che caratteriali,ecco spiegato come la Spal dell’anno scorso era strutturata male,in B servono tipi di giocatori diversi,di corsa aggiunta alla qualità.
    In più ad ora io non ho visto ancora il Mancosu che conosciamo,ieri ha segnato si,ha sbagliato il rigore(ma sbaglia anche Jorginho),ma è nei 90 minuti che non è nel pieno della manovra e non risulta decisivo(Clotet non la pensa come me,ieri ha parlato di un ottimo Mancosu).
    Inoltre Viviani mancava,ma come sempre è meglio mai dipendere da un solo giocatore, sarebbe il caso,ne fosse possibile col portafogli,di valutare anche un alternativa all’altezza del bravo Federico.
    Detto questo la squadra è sempre lì,sul pezzo,devo dire che Clotet riesce sempre a dare stimoli e gioco ad un gruppo che mi piace e il nostro American President può darci stabilità nel tempo e fare crescere il progetto,attraverso un processo che necessita tempo e costanza.
    Forza Spal,non mollare mai

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *