SPAL: per Pabai occasione per crescere

E il mercato dipende da Seck


E’ arrivato il giorno della presentazione che di Mark Pabai. “Abbiamo cercato di sfruttare un’opportunità per proseguire nel progetto valorizzazione giovani -ha esordito Massimo Tarantino-, è un ragazzo comunque arrivato da un campionato importante, come quello olandese”. “Abbiamo seguito con attenzione Mark -ha proseguito Giorgio Zamuner- dovrà affrontare un campionato diverso rispetto a quello da cui proviene, non dobbiamo avere fretta, ma siamo convinti potrà rispettare le nostre aspettative”.
“Sono Cresciuto nell’Utrecht -sono state le prime Parole di Mark Pabai-, dove ho fatto la trafila di tutte le giovanili e in estate sono passato al PEC Zwolle. Sono un esterno difensivo ma mi piace molto la fase offensiva”. -Prime impressioni del calcio italiano e della Spal?- “Qui c’è molta più attenzione alla tattica e una maggiore fisicità. Ho avuto un ottimo impatto con l’ambiente e i miei nuovi compagni di squadra, sono poi rimasto impressionato dalla stadio mazza, bellissimo. Tutte situazioni che sono certo mi aiuteranno tanto a crescere. Nelle due partite che ho avuto modo di seguire posso dire di aver visto una squadra con ottimi valori”- Liberiano come Weha_ “Per me -ha affermato il neoaspallino- un vero simbolo, sono cresciuto con le sue gesta davanti agli occhi, anche se il mio mito è Messi. Guardando al mio ruolo il numero uno è Dumfries”.

Ovviamente a tenere banco in questo momento è il mercato, su cui non si sono voluti dilungare Tarantino e Zamuner. Molto dipende dalla cessione, che dovrebbe concretizzarsi a breve, di Seck al Torino. Se il tutto si perfezionerà la strada che porta a innesti importanti tornerebbe ad aprirsi. Indipendentemente dal trasferimento alla corte di patron Cairo di Seck, la Spal ha raggiunto l’intesa con il Crotone per Niccolò Zanellato, centrocampista classe 1998, di scuola Milan. E’ un elemento con le caratteristiche che Venturato va cecando. Forza fisica, abile negli inserimenti e anche con un pericoloso tiro da fuori. Pare ancora di attualità il discorso portiere. Non sarà un big, ma un giocatore, che, in caso di difficoltà di Thiam, sul quale la società, dopo le ultime ottime prestazioni, ha deciso di puntare, può dare le opportune garanzie(Alfonso???). Come detto gli altri innesti sono legati alla partenza di Seck. Proia per il centrocampo e La Mantia per l’attacco sono in cima alla lista dei desideri e delle speranze biancoazzurre. C’è poi aperto anche un discorso con il Milan, che potrebbe “prestare” Daniel Maldini, il ventenne, trequartista, figlio dell’ex capitano rossonero. Se tutte queste operazioni dovessero andare in porto si potrebbe salutare il mercato di riparazione con grande soddisfazione. Non resta che attendere la serata di lunedì, quando suonerà il gong e di acquisti e cessioni se ne riparlerà in luglio.

(foto da sito Spal)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.