SPAL: in vista un poker importantissimo

Alla ripresa del campionato, Alessandria, Cosenza, Lecce e Crotone. Tre scontri salvezza per la squadra di Clotet

Dopo la pausa per gli impegni delle Nazionali, per la Spal si profila un poker di gare, per vari motivi, di grande importanza.  In vista tre scontri diretti. Nell’ordine, alla ripresa, sabato al Mazza con l’Alessandria, una settimana dopo trasferta a Cosenza, prima del turno infrasettimanale, martedì 30 novembre, a Ferrara con la corazzata Lecce, che precederà un altro confronto in Calabria, sabato 4 dicembre, a Crotone. Ricordando che la squadra di Clotet si ritrova oggi con sei punti di vantaggio proprio sulle formazioni di Longo e dell’ex Marino, che occupano il terzultimo posto, è evidente quanto sarebbe importante allargare ulteriormente il divario attuale. Si deve infatti tenere conto che se, alla conclusione del campionato, tra la quartultima e la quintultima il distacco sarà superiore ai quattro punti non si disputeranno i play-out e le ultime quattro squadre che, in questo momento sono Pordenone, Vicenza, Alessandria e Crotone, retrocederebbero direttamente in serie B. Dopo la gara allo Scida si potrà tracciare un bilancio, anche in prospettiva, molto importante, in attesa delle ultime impegnative partite dell’anno con Brescia, Benevento e Pisa a Ferrara, e Frosinone in trasferta., tutte squadre di alta classifica. Conclusa questa serie si aprirà il mercato, le cui strategie potrebbero essere condizionate dalla posizione occupata dai biancoazzurri a fine 2021. Almeno un paio di operazioni le possiamo dare per scontate: l’arrivo di un difensore e di un attaccante. E non sono da escludere anche altri ritocchi. In questo momento difficile ipotizzare il valore dei giocatori che entreranno a far parte dell’organico del tecnico catalano. In particolare per quanto riguarda la punta. Sulle scelte, oltre che la classifica di fine anno, avrà una pesante influenza il budget che la società metterà a disposizione. Qualche schiarita in merito la si potrebbe avere già la prossima settimana, quando è previsto il ritorno a Ferrara di Joe Tacopina che, di sicuro, ha in agenda il summit con Tarantino, Zamuner e De Franceschi, che avranno già elaborato il piano destinato a mettere Clotet nelle condizioni di affrontare il ritorno per centrare l’obiettivo salvezza con l’opportuna tranquillità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *