SPAL: pronti ad aggredire il Cagliari

Per tornare in carreggiata necessario affrontare Pavoletti e compagni con un nuovo atteggiamento. Venduti 3.106 biglietti, di cui 340 nel settore ospiti

Aggredire!!! Questo l’urlo di guerra che dovrà far tremare i muri dello spogliatoio della Spal prima che la squadra scenda in campo per affrontare il Cagliari. E’ con uno spirito diverso, rispetto a quello parso sostenere i ragazzi di Semplici in occasione delle gare con Frosinone e Lazio, che la tifoseria biancoazzurra vuole vedere scendere in campo la squadra con il Cagliari. Aggredire, attenzione non significa gettarsi scriteriatamenete all’arrembaggio, ma lottare con il coletello tra i denti e la bava alla bocca su ogni pallone e in ogni contrasto. Questo il primo obiettivo da centrare, poi si potrà passare alle situazione tecniche e tattiche su cui Semplici, con il suo staff, avrà lavorato in questi giorni. Servirà superiore attenzione in difesa, specie sulle palle inattive, mentre il centrocampo, oltre a garantire maggior filtro rispetto a quanto non sia riuscito fare con le due avversarie laziali, dovrà cercare qualche verticalizzazione in più, assumersi ulteriori responsabilità, anche sul piano della giocata personale, evitando di affidarsi esclusivamenete alle scorribande di Lazzari. Provare anche qualche uno contro uno. Ovviamente per far ciò sarà opportuno che anche gli attaccanti si “facciano vedere” con più continuità ed in zona calda ci mettano un pizzico di cattiveria ed anche, quando opportuno, visto che spetta principalmente a loro il compito di travore la via della rete, di egoismo in più. Discorso che può valere anche per i centrocampisti che spesso in queste giornate sono parsi non sentirsela di tentare la conclusione da fuori, anche quando le situazioni lo avebbero consentito. Non si può pensare di andare sempre in porta con il pallone. Missiroli, Valdifiori, Schiattarella, dovete provarci anche dalla distanza, nessuno vi crocefiggerà se il pallone non finirà dove auspicato. Coraggio tutti tifosi sono pronti a sostenervi, vogliono che il Mazza torni il fortino dove conquistare i punti determinanti per centrare la seconda salvezza, affrontate il Cagliari forti di questo supporto e sorretti dalla convinzione che, superbig a parte, questa Spal ha ben poco da invidiare a tutte le altre avversarie già affrontate e da affrontare fino al termine della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *