SPAL: prosegue la caccia ai rinforzi

Individuati gli indispensabili obiettivi per conquistare la salvezza. Venduti 3.280 biglietti per il derby


Tutto fermo a Viviano, questa la situazione attuale per quanto riguarda i movimenti ufficiali in entrata in casa Spal. Vagnati non si stacca però un istante dal telefono, così come tutti i suoi colleghi, che nella maggior parte dei casi, alla pari del dirigente biancoazzurro, sono riusciti a portare a termine pochi affari. Gli obiettivi della Spal sono chiari, ma non lo scopriamo oggi. Sono almeno tre i tasselli che mancano al mosaico di Semplici. Un difensore, il perno del centrocampo ed un elenmento in grado di essere immpiegato in più posizioni per assicurare quella rapidità e quell’inventiva a supporto delle punte, che oggi pare essere la principale lacuna della formazione ferrarese. La lista dei desideri è stata ormai svelata. Per la difesa in cima c’è il prestante 32enne bosniaco Ervin Zukanovic, attualmente al Genoa (30 presenze lo scorso campionato, 8 nella stagione attuale), in grado essere impiegato come centrale, ma anche come esterno sinistro. Un’alternativa, un altro over 30, Fabrizio Cacciatore del Chievo. Per il centrocampo, per giocarsi il posto con Valdifiori, le indicazioni portano verso Alessandro Murgia, il giovane laziale, Nazionale Under 21, ed il più esperto(classe 1996), Luca Cigarini, che il Cagliari potrebbe lasciare libero. Infine Emanuele Giaccherini, che sarebbe un utlissimo jolly potendo essere impiegato come mezz’ala, esterno offensivo, trequartista ed anche seconda punta, in più abile nello sfruttare le palle inattive. In attacco le cose potrebbero rimanere come stanno, fuori luogo appare la cessione di Paloschi, considerate le alternative che il mercato propone. Alla lunga il suo fiuto del gol potrebbe diventare molto utile e assurdo parrebbe, visto che le richieste per l’ex atalantino arrivano da Chievo e Frosinone, rinforzare dirette rivali nella corsa verso la salvezza. La sensazione è che tutti gli obiettivi, saranno centrati, anche se c’è da fare i conti con altre squadre che hanno messo gli occhi sui giocatori nel mirino spallino e le richieste delle società di appartenenza che, logicamente, fanno il loro gioco, pretendendo indenizzi più o meno congrui. Per quanto riguarda Murgia, la trattativa potrebbe prendere corpo, nel caso in cui Lazzari imboccasse la strada che porta alla Lazio, con accordo nel corso dell’attuale sessione di mercato e trasferimento nella capitale al termine della stagione in corso. Se il gioiellino della Spal dovesse invece trovare un’altra collocazione, comunque si parla sempre di luglio, si tratterebbe di verificare la possibilità di individuare elementi che possono fare al caso delle esigenze di Semplici nei loro organici. Per Giaccherini il tutto si potrebbe sbloccare dopo la sentenza definitiva sulla penalizzazione e la trasferta del Chievo sul campo della Juventus. Schiarita definitiva quindi tra una decina di giorni, ma si guarda alla conclusione della trattativa con una buona dose di ottimismo. Per le altre operazioni potrebbe esserci invece qualche firma anche la prossima settimana, in precedenza però dovranno essere formalizzate alcune partenze, come chiede la proprietà che, giustamente, dopo i forti investimenti estivi, vorebbe non appesantire il bilancio. La prima quella di Schiattarella, ad un passo dal Frosinone, a seguire quelle di Djourou, che potrebbe tornare in Svizzera e di Simic vicino al rimpatrio a Spalato, da non escludere anche la cessione di Costa, che piace al Verona. C’è poi da trovare una collocazione per Viviani. La Spal vuole trovare una squadra che garantisca al centrocampista romano un posto da titolare, per non vedere svanire il capitale societario dopo il cospicuo investimento operato a luglio per riscattarne il cartellino dal Verona. Ipotesi in serie più o meno vicine a trovare conferme, ma anche certezze: per puntare all’obiettivo salvezza, con serie possibilità di esito positivo, almeno tre innesti di livello servono come il pane…
Nel frattempo da segnalare che sono già 3.280 i biglietti venduti per il derby di domenica 20 gennaio, di cui 1.345 acquistati dai tifosi del Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *