SPAL: quanti addii, come nella stagione passata

Difficile fare diversamente, anche se dispiace

Da due anni a questa parte, con i salti di categoria, la Spal ci sta abituando alle rivoluzioni. Nella stagione passata, a dare l’addio nel corso dell’estate sono stati Contini, Ceccaroni, Bellemo, De Vitis, Di Quinzio, Gentile, Posocco, Cellini, Ferri, ed in corsa Branduani, Beghetto, Grassi e Spighi, con, dei reduci dalla conquista della B, titolari inamovibili solo Lazzari e Mora, con Castagnetti, Finotto e Zigoni, tutto sommato, impiegati con discreta continuità, ma non sempre certi di una maglia. Rivoluzione che sta ripetendosi anche nel mercato in corso. Per un motivo o per l’altro hanno lasciato il gruppo biancoazzuro Arini, appena accasatosi alla Cremonese, Bonifazi, Castagnetti, Del Grosso, Finotto, Ghiglione, Giani, Pontisso, Silvestri, Zigoni, Costantini e Strefezza, partenze alle quali potrebbero aggiungersi anche quelle di Gasparetto e di un portiere. Se poi guardiamo a quella che oggi potrebbe essere la formazione titolare, resta ben poco del passato. Considerando che Meret sarà pronto solo a stagione inoltrata, rispetto alla scorsa stagione su una maglia da titolare quasi certa sembra possano contare solo Vicari, Lazzari e Antenucci, con discrete chance anche per Costa, Mora e Schiattarella. Non è certamenete mancanza di riconoscimento per l’apporto assicurato dai ragazzi di Semplici, ma è la dura legge del calcio, che scatta implacabile quando si sale di categoria ed ancor più nel momento in cui si toccano i vertici. Lo sa bene la società, che continua a vigilare sul mercato cosciente che, per presentarsi sul palcoscenico della serie A con le carte in regola per ben figurare e disporre delle armi necessarie per centrare l’obiettivo salvezza servono altri innesti. Vagnati vigila alla ricerca di un difensore, un centrocampista e due punte, sapendo che dal valore di almeno di due di queste pedine, in merito il riferimento va al reparto nevralgico ed a quello offensivo, potrebbero dipendere le sorti dell’intero campionato spallino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *